Skip to main content
Finestre in PVC

Pro e contro degli infissi in PVC: come scegliere il materiale migliore per le tue finestre

By 7 Ottobre 2022Nessun commento
pro e contro degli infissi in PVC: scegliere il materiale migliore

L’acquisto di porte e finestre è uno degli investimenti più importanti per un’abitazione: gli infissi, infatti, non si cambiano di frequente come i mobili, i complementi o il colore delle pareti, ma, al contrario, sono destinati a durare anche per diversi decenni.

Ecco perché è importante che la scelta dei serramenti passi attraverso l’attenta valutazione di tutti i fattori in gioco, primo tra tutti il materiale in cui sono realizzati.

È soprattutto dal materiale che dipende la capacità dell’infisso di isolare dalla temperatura esterna e dai rumori, così come di proteggere l’abitazione dall’acqua, dai raggi UV e dagli altri agenti atmosferici.

In questo articolo vedremo come scegliere il materiale più adatto al proprio contesto abitativo, valutando soprattutto i pro e i contro degli infissi in PVC.

In particolare, vedremo:

Cominciamo!

Qual è il materiale migliore per gli infissi?

Scegliere il materiale delle finestre di casa non è facile come potrebbe sembrare, almeno a giudicare dai tanti interrogativi che emergono: meglio gli infissi in PVC o alluminio? E che dire delle finestre in legno? Qual è il materiale più longevo?

C’è da premettere che non esiste in assoluto un materiale migliore di altri, perché tutti i materiali presentano punti di forza e criticità in termini di durata, resistenza e capacità isolante.

Esistono però caratteristiche specifiche che rendono i vari materiali più o meno adatti a un determinato contesto climatico e alle abitudini/esigenze dei fruitori.

Per prima cosa, dunque, è fondamentale contestualizzare la scelta del materiale alle condizioni climatiche dell’abitazione.

Alcuni materiali sono più adatti a resistere alle intemperie e alle temperature proibitive. Altri invece, con l’esposizione prolungata a condizioni climatiche ostili possono andare incontro a deformazioni o rigonfiamenti.

Ad esempio, i serramenti in PVC e in alluminio sono più adatti di quelli in legno ai contesti climatici caratterizzati da umidità, frequenti piogge, vento e salsedine, temperature rigide o bollenti, continui sbalzi termici.

Il motivo è semplice: sia il PVC che l’alluminio sono materiali idrorepellenti e ignifughi, vantano un’elevata resistenza meccanica, sono pratici da pulire (perché non porosi) e richiedono pochissima manutenzione.

Il legno, invece, pur dotato di ottime proprietà di isolamento termoacustico, è un materiale che andrebbe evitato in contesti climatici del genere. Le finestre in legno, infatti, soffrono l’acqua, l’umidità e la potenza dei raggi UV, e necessitano di costanti trattamenti manutentivi per conservare inalterate le proprie caratteristiche estetiche e funzionali.

Gli infissi in legno, dunque, sono più “impegnativi” di quelli in PVC e alluminio; pertanto, non particolarmente adatti a chi ha poco tempo, voglia o risorse economiche per la manutenzione.

Chi non vuole privarsi né della bellezza del legno, né della resistenza del PVC, può optare per finestre in PVC effetto legno come quelle offerte da WnD, rivestite con pellicole Real Wood che riproducono in modo iperrealistico le venature e le sfumature cromatiche delle varie essenze legnose.

Pro e contro degli infissi in PVC: come scegliere il materiale migliore per le tue finestre

Studio con finestre in PVC 3G di WnD

Infissi in PVC o alluminio: cosa cambia?

Abbiamo visto come gli infissi in PVC, insieme a quelli in alluminio, siano la soluzione ideale per contrastare gli agenti atmosferici e garantire il massimo dell’isolamento termoacustico.

Come già accennato, i due materiali hanno tantissimo in comune: sono entrambi impermeabili, ignifughi, estremamente resistenti e a bassa manutenzione.

Cosa li differenzia allora? Cosa cambia tra PVC e alluminio? La differenza è nella natura stessa del materiale: mentre il PVC è un isolante naturale, l’alluminio è un conduttore termico naturale.

Ciò significa che il PVC presenta valori di isolamento termoacustico migliori e per garantire le stesse capacità, l’alluminio necessita del cosiddetto “taglio termico”.

Il taglio termico consiste nell’inserimento tra la parte interna ed esterna dell’infisso di un elemento separatore in materiale a bassa conduttività termica (come lo stesso PVC) che serve a evitare che le due parti in alluminio, toccandosi tra loro, scatenino la conduzione termica, ossia il passaggio della temperatura esterna all’interno dell’abitazione.

Il passaggio in più del taglio termico determina un inevitabile incremento del costo di acquisto: a parità di qualità e caratteristiche, gli infissi in alluminio a taglio termico sono più costosi di quelli in PVC. Ed ecco, dunque, l’altra differenza tra i due materiali: il prezzo.

tutti i pro e i contro degli infissi in PVC

Salotto con sistema scorrevole in PVC PSK di WnD

Infissi in PVC: tanti pro, pochi contro

A oggi gli infissi in PVC, al netto dei pro e dei contro, rappresentano una scelta affidabile per qualsiasi contesto climatico e ambientale.

Il perché è presto spiegato dai numerosi vantaggi del materiale.

1. Massimo isolamento e risparmio energetico

Il PVC è un materiale a bassa conduttività termica, cosa che garantisce agli infissi un elevato isolamento termoacustico.

Scegliendo le migliori finestre in PVC sul mercato, come quelle di WnD, le già eccellenti proprietà isolanti del materiale vengono ulteriormente potenziate da una serie di elementi strutturali dell’infisso, quali, tra gli altri:

  • Vetrocamere doppie bassoemissive e riempite con gas Argon
  • Canaline termiche
  • Guarnizioni a lunga durata
  • Sistema di chiusura ermetica

Massimo isolamento termico significa anche minimizzazione delle dispersioni energetiche e, di conseguenza, notevole risparmio in bolletta.

2. Resistenza all’usura del tempo e degli agenti atmosferici

Il PVC è il materiale più idoneo a contrastare l’azione erosiva degli agenti atmosferici. Di conseguenza, le finestre in PVC sono tra le più longeve: possono durare anche diversi decenni senza perdere in funzionalità e resa estetica.

3. Zero manutenzione

Come già osservato, gli infissi in PVC non hanno costi di manutenzione. Per mantenerli in forma negli anni non è necessario alcun trattamento manutentivo, se non la normale pulizia.

4. Versatilità stilistica

Altro pro del PVC è la sua versatilità stilistica. Essendo un materiale leggero e flessibile è anche facile da lavorare, da trattare e da colorare.

Le migliori aziende di infissi, come WnD, offrono al cliente la possibilità di personalizzare la veste cromatica della finestra (dai colori classici ai più particolari, passando per le tonalità effetto legno) per ottenere una soluzione al 100% customizzabile.

A questa lista aggiungiamo il miglior rapporto qualità prezzo in circolazione. Ma gli infissi in PVC hanno solo “pro” o anche qualche “contro”?

Scopriamolo.

Pro e contro degli infissi in PVC: come scegliere il materiale migliore per le tue finestre

Cucina con sistema scorrevole in PVC Slide Plus di WnD

Cosa rovina il PVC?

Anche il PVC, nonostante sia tra i materiali più resistenti e che “invecchiano” meglio, può subire l’usura del tempo o rovinarsi a causa del contatto con detergenti aggressivi a base di ammoniaca o altri componenti chimici, o con lo sfregamento di raschietti o pagliette metalliche.

In realtà, non possiamo definirlo un vero e proprio “contro”, in quanto nessun materiale può definirsi completamente immune al passare del tempo o all’azione corrosiva di determinati agenti chimici.

Anzi, diversi studi hanno dimostrato che il PVC utilizzato per realizzare gli infissi, sottoposto alle più diverse sollecitazioni e all’esposizione agli agenti atmosferici, può resistere svariati decenni senza perdere la propria funzionalità e resa estetica.

Ciò che rende le finestre in PVC così resistenti nel tempo sembra essere la “resilienza” del materiale, ossia la capacità di adattarsi in modo flessibile sia alle alte che alle basse temperature mantenendo pressoché inalterate le proprietà fisiche e l’efficienza termoisolante.

Quanti anni durano le finestre in PVC?

Se è vero che è piuttosto difficile stabilire con certezza la durata degli infissi, è altrettanto vero che esistono dei punti fermi da cui partire per avere garanzia di infissi “eterni”, o quasi.

Il primo punto è proprio la scelta del materiale: a fronte di un corretto utilizzo e di una manutenzione minima (pulizia ordinaria con prodotti adeguati), le finestre in PVC sono potenzialmente indistruttibili.

L’altro punto riguarda l’affidabilità del brand e dell’azienda produttrice. Rivolgersi ad aziende leader del settore, come WnD, significa poter contare su standard qualitativi eccellenti sia per il materiale – basti pensare che WnD impiega PVC vergine di eccellente qualità che a fine vita può essere riciclato al 100% – che per tutte le altre componenti dei serramenti.

Infine, da non trascurare è la posa in opera. Affinché le finestre in PVC possano assicurare perfetta funzionalità ed efficacia isolante per tanti anni è fondamentale che siano state installate a regola d’arte.

Infissi in PVC WnD: bellezza ed efficienza a prova del tempo

La scelta del materiale dei serramenti è di fondamentale importanza: è dalle sue proprietà che dipende principalmente la capacità degli infissi di isolare, di minimizzare le dispersioni termiche, di ridurre i rischi di condensa e infiltrazioni, di ottimizzare i consumi favorendo il risparmio energetico e, in generale, di innalzare il comfort abitativo in casa.

Ci siamo concentrati in particolare sulle caratteristiche degli infissi in PVC, valutando i tanti pro e i pochissimi contro di questo materiale dalle eccellenti doti di isolamento e resistenza alle condizioni climatiche più impervie.

Abbiamo visto anche quanto sia importante, nella scelta dei migliori infissi in PVC, rivolgersi ad aziende di esperienza e affidabilità come WnD, in grado di offrire ai clienti prodotti di eccellente qualità, capaci di mantenersi negli anni belli, efficienti e performanti.

Vuoi avere infissi efficienti e duraturi per la tua abitazione?

RICHIEDI PREVENTIVO

Lascia un commento