Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Se state comprando una casa da ristrutturare o avete deciso di rinnovare la vostra, questo potrebbe essere un momento propizio. Si può infatti approfittare della maxi-agevolazione del 110% su diversi lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici.

Avere un quadro completo delle detrazioni fiscali è importante perché aiuta a definire il budget di spesa e ad organizzare i lavori da fare in casa anche in chiave di “opportunità”, oltre che di esigenza.

Ad esempio, l’Ecobonus 2020 prevede la possibilità di usufruire del SuperBonus 110% oppure di approfittare dell’opzione “Cessione del credito” per acquistare a metà prezzo finestre e porte in PVC di qualità.

Un’occasione del genere va sicuramente colta al volo, tanto più che nell’ambito di un restyling dell’abitazione o di un vero e proprio progetto di ristrutturazione, una delle prime decisioni da prendere riguarda proprio la rimozione dei vecchi infissi e l’installazione di serramenti nuovi e più performanti.

Ma perché porte e finestre rivestono un ruolo così importante?

In primo luogo, i serramenti rappresentano per la casa uno strumento di protezione e difesa dai rumori, dagli agenti atmosferici e dai tentativi di intrusione. Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.

Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

È per questo motivo che le aziende specializzate in finestre e porte in PVC, come WnD, hanno particolarmente a cuore la diversificazione del design della propria gamma di infissi, la cura dei dettagli e la possibilità di personalizzare le diverse soluzioni fin nei minimi dettagli attraverso la scelta di maniglie e accessori, colori, finiture ed effetti.

In questa guida cercheremo di fornire tutte le informazioni necessarie ad orientarsi nella scelta dei migliori infissi in PVC e delle porte esterne in PVC più performanti sotto il profilo energetico, funzionale, estetico e della sicurezza.

Ci focalizzeremo sia sui vantaggi intrinseci del PVC, materiale che garantisce eccellenti prestazioni isolanti, che sulle caratteristiche specifiche delle porte esterne, delle porte finestra e delle porte scorrevoli targate WnD.

In particolare, ci addentreremo nei seguenti argomenti:

Come scegliere il materiale delle porte: 4 aspetti da valutare prima dell’acquisto

Quando giunge il momento di scegliere porte e finestre per la nuova casa, può capitare di essere assaliti da mille dubbi e di iniziare a porsi una serie infinita di domande.

Ecco le più comuni:

  • Qual è il materiale migliore?
  • Alluminio, legno o PVC?
  • Sono utili gli inserti in vetro per i portoncini d’ingresso?
  • Come faccio a sapere se il materiale scelto è adatto per la mia casa?

Prima di individuare i 4 aspetti fondamentali che possono aiutarci a scegliere i migliori infissi, o semplicemente i più adatti alla propria abitazione, iniziamo col dire che i moderni serramenti vengono realizzati principalmente in PVC, legno e alluminio a taglio termico. Esistono anche versioni ibride che coniugano, ad esempio, la resistenza e impermeabilità del PVC (ideale per la parte esterna dell’infisso) con l’eleganza e il fascino del legno per la parte interna.

Entriamo nel vivo della scelta del materiale dei serramenti osservando le principali caratteristiche e differenze di ognuno in merito ai 4 requisiti base.

1. Grado di isolamento termoacustico

I 3 materiali elencati – PVC, legno, alluminio – presentano tutti ottimi parametri di efficienza energetica e caratteristiche di isolamento da rumori e temperatura esterna. È bene però precisare che l’alluminio, per trasformarsi in buon isolante, deve subire il processo del taglio termico.

Il PVC è un materiale termoplastico che garantisce eccellenti prestazioni isolanti, sia contrastando le dispersioni energetiche (e ottimizzando di conseguenza i consumi), sia schermando la casa dai rumori.

Ovviamente il materiale da solo non basta. È necessario che gli infissi siano affidabili nella loro interezza in termini di qualità, tecnologie utilizzate e processi di lavorazione. In questo senso, l’unica garanzia è quella di affidarsi solo ad aziende altamente specializzate, leader del settore.

Per contrastare rumori e temperatura esterna, ad esempio, è fondamentale che gli infissi siano realizzati con diverse camere d’aria all’interno dei profili e che alloggino vetrocamere altamente isolanti, in grado di attutire le onde sonore e di agire in sinergia con le caratteristiche dei diversi materiali.

Tutte le componenti infatti, incluse canaline e guarnizioni, devono essere realizzate in materiali isolanti – pena un isolamento inefficace, sia dal punto di vista termico che acustico, della porta o della finestra.

2. Resistenza agli agenti esterni

Se è vero che i moderni infissi in legno vengono protetti con trattamenti che conferiscono loro un buon grado di resistenza alle intemperie, è altrettanto vero che, per proprie caratteristiche naturali, il legno è un materiale più delicato di PVC e alluminio e, soprattutto, subisce maggiormente l’aggressione della pioggia, dell’umidità e dell’irraggiamento solare.

Questo non significa che gli infissi in legno di nuova generazione non siano resistenti agli agenti atmosferici. D’altronde, però, è innegabile che per alcuni contesti climatici particolarmente ostili e proibitivi sia meglio affidarsi a soluzioni in alluminio a taglio termico e PVC: due materiali quasi indistruttibili, resistenti a qualsiasi tipo di aggressione esterna. Non solo raggi UV, pioggia, vento o gelo, ma anche agenti corrosivi, urti, sporco e inquinamento.

Ciò è dovuto al fatto che sia PVC che alluminio a taglio termico sono materiali impermeabili e a prova di fuoco (il PVC è autoestinguente, l’alluminio ignifugo), oltre a vantare una resistenza di tipo “elastico”.

Tale caratteristica rende gli infissi realizzati in questi materiali perfetti per resistere e adattarsi “senza batter ciglio” a sbalzi termici, cambiamenti contestuali e variazioni climatiche repentine.

3. Manutenzione: come cambia in base al materiale

Il fattore manutenzione va valutato con grande attenzione. Questo aspetto si lega ai precedenti perché incide sulla longevità degli infissi, sul loro grado di resistenza all’azione degli agenti esterni e sulla capacità di mantenere inalterate nel tempo le proprie funzionalità e caratteristiche estetiche.

Le porte in legno ad esempio hanno bisogno di una costante (e costosa) manutenzione per non perdere efficacia col passare del tempo; le porte in PVC invece possono durare diversi decenni mantenendo inalterate estetica e funzionalità, senza bisogno di manutenzione. Essendo impermeabili, flessibili, resistenti e autoestinguenti, alle porte esterne in PVC basta un’ordinaria pulizia per mantenersi in forma!

4. Fattore risparmio

A proposito dei serramenti di casa è meglio parlare di rapporto qualità-prezzo, piuttosto che di risparmio. Scegliere prodotti economici, infatti, è sempre una pessima idea perché le conseguenze sul breve e lungo periodo portano ad esborsi ben più onerosi rispetto ad un investimento iniziale superiore.

In termini pratici, le porte in PVC sono quelle con il miglior rapporto qualità-prezzo. Il legno, come sappiamo, è un materiale più difficile da lavorare e presenta elementi estetici di notevole pregio. Di contro, ad essere più elevato non è solo il prezzo di acquisto, ma anche la spesa da preventivare per i trattamenti manutentivi.

Il risparmio garantito dal PVC (di cui esistono anche versioni effetto legno che esteticamente non hanno nulla da invidiare a quelle in legno vero) si concretizza quindi anche in termini di assenza di manutenzione e durata nel tempo.

Come scegliere la porta d’ingresso in PVC: cosa non può mancare

Tra gli elementi di un’abitazione la porta d’ingresso rappresenta uno dei più importanti, sia a livello estetico che di sicurezza.

Esteticamente il portoncino d’ingresso rappresenta una sorta di presentazione della casa: la “copertina” e l’anteprima stilistica. Il primo impatto che abbiamo di un’abitazione passa proprio anche attraverso il design, il colore e lo stile della porta esterna. Più è curata e rifinita la porta, migliore sarà l’impressione che darà la nostra casa.

Oltre al fattore estetico/decorativo conta molto anche l’aspetto della sicurezza, la presenza o meno di accorgimenti anti-effrazione, la capacità di isolare dall’inquinamento acustico e dagli agenti atmosferici, nonché la solidità complessiva della struttura.

Prima di acquistare una porta esterna in PVC è importante porsi alcune domande:

  • In che modo la porta è in grado di protegge dai tentativi di furto?
  • Quali meccanismi e tecnologie anti-effrazione presenta?
  • Quanto è solida/robusta?
  • Quanto è resistente a umidità, raggi UV e agenti atmosferici?

Vediamo ora, più nel dettaglio, cosa non può mancare ad una porta in PVC di qualità.

Capacità di isolare da rumori e temperatura esterna

Per colpa degli spifferi, da porte e finestre si disperde in media il 23% dell’energia normalmente utilizzata per riscaldare/raffreddare la casa.

Equivale a dire che ogni anno buttiamo via il 23% dei soldi spesi in bolletta del gas, bolletta elettrica o per l’acquisto di combustibile per stufe e camini.

Tale spreco di energia può essere ridotto scegliendo serramenti in PVC – materiale con basso valore di trasmittanza termica e alto grado di isolamento – capaci di migliorare il comfort abitativo, ridurre drasticamente spifferi e dispersioni termiche e isolare perfettamente da tutti i rumori provenienti dall’esterno. Senza contare la capacità delle porte in PVC da esterno di difendere la casa dagli agenti atmosferici, eliminando le infiltrazioni e riducendo al minimo la possibilità che si formino muffa e condensa.

È proprio il caso di dirlo: chiudiamo la porta e rilassiamoci in casa nel silenzio più assoluto.

Solidità e dispositivi anti-effrazione

I sistemi di sicurezza sono fondamentali per aumentare le difese di portoncini d’ingresso, serramenti scorrevoli e porte balcone, e per proteggere in modo adeguato la casa dai furti.

Maggiori sono i dispositivi anti-effrazione della porta, più difficile sarà per il ladro scardinarla e introdursi in casa. In questi casi è decisivo il fattore tempo: più l’infisso è robusto e protetto, più tempo impiegherà lo scassinatore a mettere a segno il colpo. Se in pochi minuti il ladro non riesce a scardinare la porta, nella grande maggioranza dei casi il furto è scongiurato: sarà il ladro stesso, per paura di essere scoperto, a battere in ritirata.

Ovviamente entrano in gioco diversi aspetti, primo tra tutti il contesto ambientale e la posizione in cui è collocata l’abitazione.

Conoscere il “rischio furto” a cui è esposta la casa è importante ai fini della scelta delle dotazioni di sicurezza. Prima di acquistare la porta è fondamentale accertarsi innanzitutto che offra diversi accorgimenti in ottica anti-effrazione.

A seconda del contesto e delle caratteristiche della casa si potrà poi decidere di aumentare ulteriormente le difese anti intrusione; l’importante è comunque dotarsi, fin dal principio, di porte d’ingresso capaci di rallentare eventuali tentativi di scasso da parte di ladri e malintenzionati.

Versatilità e personalizzazione del design

Le porte esterne possono essere realizzate con varie forme, colori, linee e personalizzazioni, così da diventare preziosi elementi d’arredo in grado di integrarsi al meglio con lo stile della casa.

La personalizzazione del design è un fattore su cui puntano sempre più spesso le aziende del settore. Il PVC, in particolare, è un materiale molto versatile che si presta ad arredare con stile sia un ambiente moderno e minimal, che un contesto dall’anima più classica.

L’aspetto pulito, omogeneo e privo di imperfezioni delle porte in PVC contribuisce a donare agli ambienti il volto ordinato, essenziale e moderno tipico delle case contemporanee.

Chi invece preferisce per il suo ingresso il fascino imperfetto e rustico del legno, ma non vuole rinunciare alle proprietà del PVC, può optare per la soluzione del PVC effetto legno.

Grazie all’ampia gamma di finiture (rovere sbiancato, rovere naturale noce, ecc.) e colorazioni, è possibile diversificare il design e ampliare la possibilità di interpretare la porta in chiave più o meno classica.

Una soluzione alternativa molto in voga è il portoncino in PVC con inserti in vetro. Oltre ad avere un aspetto elegante e ricercato, questa tipologia di porta d’ingresso consente il passaggio della luce e dona agli ambienti interni una suggestiva alternanza di riflessi, ombre e giochi di luce.

È possibile inoltre modulare il passaggio della luce naturale attraverso la diversificazione degli inserti in vetro, che possono essere trasparenti o satinati.

[WnD] - Porte in PVC: tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porta esterna della linea Vega di WnD – modello Vega 04

Portoncini esterni: tutti i plus della gamma Vega e WnD

Le porte d’ingresso firmate WnD sono sicure, estremamente curate e diversificate nel design (è disponibile un’ampia gamma di modelli classici e contemporanei), presentano ottimi parametri di isolamento termoacustico ed elevata resistenza a urti, agenti atmosferici e usura del tempo.

Ecco i principali plus della linea Vega e WnD:

  • Ferramenta di sicurezza a tre punti di chiusura con riscontri anti-effrazione

  • Portoncini disponibili sia in versione con soglia ribassata in alluminio da 20 mm sia con telaio tradizionale; la soglia ribassata, completamente impermeabile, oltre ad essere una soluzione minimal e moderna, è ideale per agevolare l’accesso e ottimizzare l’isolamento termico

  • Realizzazione di tutti i modelli con pannelli coibentati standard in MDF/Styrofoam, resistenti agli agenti atmosferici e dotati di ottimi parametri di trasmittanza termica e isolamento acustico

  • Ampia gamma di modelli che puntano sull’eleganza, sull’innovazione e sulla diversificazione delle soluzioni stilistiche (classiche, contemporanee, con inserti in vetro)

  • Ante disponibili sia con apertura verso l’interno che verso l’esterno

  • Profili modulari da 92 mm che permettono la creazione di una zoccolatura singola o multipla

Porte con inserti in vetro: scelta originale

Le porte d’ingresso con inserti in vetro sono la soluzione ideale per rendere la casa più luminosa e per dare un tocco di originalità e carattere.

I portoncini Vega e i portoncini WnD possono essere realizzati con eleganti elementi in vetro che lasciano passare la luce e conferiscono leggerezza agli ambienti.

La vasta gamma di accessori offerta da WnD permette di soddisfare qualsiasi esigenza estetica e funzionale. Configurazioni grafiche geometriche, stilizzate o arrotondate, finiture satinate o lucide: tutti elementi che possono indirizzare lo stile in chiave moderna, classica, piuttosto che minimal o country.

Con WnD potrete creare la vostra porta sartoriale, completamente personalizzata sui vostri gusti e il vostro stile d’arredo. Basterà scegliere fra le tantissime combinazioni di colori e materiali disponibili. Potreste optare per una porta bicolore (parte esterna e parte interna in cromie differenti) o per una porta monocolore che integra due diverse finiture: ad esempio, PVC colorato per l’esterno e PVC effetto legno per l’interno.

Non c’è limite alla fantasia!

Porte balcone WnD: comfort e sicurezza

Per prima cosa bisogna aver chiara la tipologia di porta finestra che vogliamo installare. La decisione va presa ponderando gusti personali e caratteristiche dello spazio abitativo. I sistemi scorrevoli, ad esempio, sono spesso la miglior soluzione per ambienti di piccole dimensioni. In alcuni casi è preferibile optare per una porta scorrevole a tutta parete, in altri è più utile diversificare i punti luce dislocando in modo più omogeneo porte balcone con sistema battente e sistemi scorrevoli di grandezza più contenuta.

In posizione di apertura, la porta a battente presenta infatti un ingombro di cui bisogna tenere conto in fase di progettazione.

WnD propone porte balcone pratiche e funzionali che, grazie alla soglia ribassata in alluminio a taglio termico alta appena 2 cm, offrono facilità di passaggio (soluzione ideale se in casa sono presenti anziani, bambini o persone a mobilità ridotta) e bellezza estetica.

La soglia ribassata, infatti, crea un suggestivo continuum visivo con l’outdoor e dona agli ambienti un aspetto fresco che si sposa molto bene con arredi moderni, e minimal. Ulteriori elementi di personalizzazione garantiti da WnD riguardano la zoccolatura e la tipologia di maniglia.

I plus delle porte balcone WnD

 

Oltre alla facilità di passaggio le porte balcone della gamma WnD presentano anche importanti caratteristiche anti-effrazione e ottimi parametri di isolamento termoacustico, garantiti dallo spessore dei profili (70 o 85 mm) e dalla presenza di 5 o 6 camere d’aria nell’anta e nel telaio.

La resistenza anti-effrazione è invece assicurata dallo spostamento di 13 mm dell’asse della ferramenta dal bordo del telaio: tale “spazio” permette l’applicazione di riscontri anti-intrusione più larghi e resistenti.

Vediamo le altre caratteristiche tecniche delle porte balcone WnD, nonché le certificazioni e le possibilità di personalizzazione del design.

Profili modulari

Il principale vantaggio dei profili modulari da 92 mm è quello di poter creare, nella parte inferiore, una zoccolatura singola o multipla; la scelta tra le due opzioni può essere sia funzionale che stilistica.

Maniglie con chiusura click-stop

Disponibili in cinque diversi colori (rovere antico, rovere dorato, marrone, argento e bianco), le maniglie con chiusura a scatto sono molto comode in quanto consentono di chiudere le porte finestra anche dall’esterno; in questo modo si evita la possibilità che le ante possano scheggiarsi o rovinarsi sbattendo a causa del vento.

Design personalizzato

Grazie alle diverse pellicole decorativecolori standard, opzionali o Real Wood – le porte balcone WnD possono essere personalizzate in infiniti modi. Basterà scegliere la sfumatura di legno preferita o il colore più adatto agli interni e/o alla facciata esterna e il gioco è fatto!

Per abbinare la porta sia all’esterno che all’interno si può optare anche per la comoda versione bicolore.

Certificazioni garantite WnD

Tutti i serramenti WnD sono coperti da una garanzia di 10 anni, presentano il certificato VOC, che attesta l’assenza di sostanze volatili dannose per la salute e per l’ambiente, e sono testati in classe S.

Quest’ultima identifica tutti quegli infissi che sono in grado di resistere in condizioni di clima avverso e in aree climatiche particolarmente proibitive: zone con temperature molto alte e irraggiamento solare diretto oppure aree umide e/o con temperature gelide.

Porta esterna della linea Vega di WnD – modello Vega 04

Aperture scorrevoli WnD: porte di design con vista panoramica

Le porte finestre scorrevoli sono vere e proprie aperture verso il cielo. Immaginate un sistema scorrevole a tutta parete con una perfetta fluidità di movimento, vetrate panoramiche, minimo ingombro e continuità stilistica tra gli ambienti interni ed esterni. Un vero sogno!

Se a volte rappresentano una soluzione salvaspazio per non rubare preziosi centimetri alla metratura dell’appartamento, altre volte le porte finestra scorrevoli vengono scelte proprio per il loro forte impatto visivo. In effetti, queste chiusure riescono ad essere protagoniste dello spazio e a regalare charme a qualsiasi ambiente della casa.

In questo caso la porta diventa, per scelta o per esigenza, un vero e proprio elemento d’arredo: non solo delimita lo spazio, ma lo rende più bello, contemporaneo e accattivante.

La porta balcone scorrevole in vetro permette di sfruttare al massimo i benefici del sole, che inondando gli ambienti domestici ne aumenta la percezione di grandezza e influisce positivamente sull’umore degli inquilini.

Se la porta è di qualità, la luce del sole non surriscalda gli ambienti, ma serve solo a rendere la casa più bella e luminosa. Le porte a vetro WnD, infatti, donano luce preservando il giusto comfort abitativo tra le mura domestiche.

Inoltre, il design minimal delle soluzioni scorrevoli e la trasparenza dei vetri contribuiscono a creare ambienti leggeri, aperti e dinamici. Le divisioni tra gli spazi appaiono così fluide, spontanee e naturali.

Modelli WnD di porte scorrevoli in PVC

Diamo ora uno sguardo ad alcuni tra i sistemi scorrevoli proposti da WnD:

  • Smart Slide: si caratterizza per la soglia ribassata e la facilità di movimentazione (si apre e si chiude con la semplice pressione del dito)

  • Alzanti scorrevoli HST: sono una perfetta combinazione di tecnologia e design. Il sistema di sollevamento e scorrimento garantisce una perfetta fluidità di apertura anche in presenza di ante di grandi dimensioni.

  • Traslanti scorrevoli PSK: presentano un agevole sistema di movimentazione con ferramenta scorrevole-basculante e possono essere configurati con due o quattro ante per realizzare chiusure larghe fino a 4 metri.

  • Slide Plus: compatta e salvaspazio, Slide Plus è facile da movimentare e consente di alloggiare vetrocamere con vetri extra chiari spessi fino a 31 mm, per un maggiore isolamento acustico.

L’importanza della posa in opera

La posa in opera è un momento decisivo, che incide in maniera fondamentale sulle performance di finestre e porte in PVC.

A maggior ragione se avete acquistato i migliori serramenti in circolazione, è vostro diritto e dovere affidarvi per la posa in opera ad installatori professionisti e aziende certificate. Solo in questo modo sarete sicuri di non incorrere in brutte sorprese.

Se ad esempio avete comprato serramenti antirumore ma l’isolamento acustico non è migliorato, sarà opportuno rivedere l’installazione e, se necessario, provvedere ad una nuova posa in opera.

In mancanza di un albo professionale specifico, come facciamo a capire se l’installatore è in grado di effettuare una posa in opera a regola d’arte?

Il consiglio è quello di rivolgersi solo ad installatori qualificati di cui il rivenditore possa fornire referenze e/o agli installatori che aderiscono al marchio “Posa Qualità Serramenti“, l’unico attualmente validato da tutte le associazione della filiera infissi.

Risparmiare con gli Ecobonus

Come accennato ad inizio articolo, l’Ecobonus 2020 dà diritto ad una serie di importanti agevolazioni fiscali che possono farvi risparmiare in maniera considerevole sull’acquisto delle vostre nuove porte in PVC.

Ovviamente ci sono dei parametri da rispettare. Vediamoli più nel dettaglio.

Il decreto attuativo congiunto Mise, MEF, MIT e Ambiente ha di recente confermato i benefici fiscali introdotti dal Decreto Rilancio 2020, nato come mezzo di sostegno a famiglie e imprese nell’emergenza Covid-19.

Il Decreto Rilancio si muove in due direzioni. Da un lato prevede detrazioni fiscali al 110%, recuperabili in 5 quote annuali di pari importo sulla dichiarazione dei redditi, su alcuni interventi di riqualificazione energetica degli edifici, sebbene vi siano non pochi vincoli all’ottenimento del maxi bonus (è necessario possedere una serie di requisiti e rispettare alcune condizioni che vedremo tra poco).

L’altra strada, più diretta e facilmente percorribile, prevede la possibilità di ottenere uno sconto immediato del 50%, da scalare direttamente sulla fattura di acquisto di determinati beni, tra cui porte e finestre a risparmio energetico, pannelli fotovoltaici e colonnine di ricarica per le vetture elettriche.

Detrazione 110%: condizioni e limiti

Quali sono i requisiti per usufruire del credito d’imposta 110% e quali i limiti e le condizioni stabilite dalla norma per usufruire del bonus?

Iniziamo col dire che quella che porta alla maxi detrazione del 110% non è una strada semplicissima.

Per ottenere il beneficio fiscale è necessario effettuare sull’unità abitativa di proprietà, sia essa unità singola usata come abitazione principale o unità immobiliare inserita all’interno di uno stabile condominiale, almeno uno degli interventi trainanti che andremo tra poco ad elencare.

È inoltre necessario che tali interventi di ristrutturazione determinino il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio: circostanza da dimostrare tramite la produzione dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ape) rilasciato da un tecnico abilitato.

Ecco i lavori di ristrutturazione primaria per i quali è possibile ottenere il bonus 110%:

  • Cappotto termico

    È possibile portare in detrazione la spesa a condizione che i lavori interessino più del 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno, e che i materiali isolanti utilizzati rispettino i criteri ambientali minimi imposti dal decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 11 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2017.

  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale per le parti comuni degli edifici e per gli edifici unifamiliari o unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno: sostituzione degli impianti esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A; o con impianti a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici ovvero impianti di microcogenerazione o a collettori solari; nonché, esclusivamente per determinati comuni montani, l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente.

Veniamo ora all’opzione, molto più agevole e snella, dello sconto diretto 50% in fattura.

Infissi a metà prezzo? Possibile grazie allo sconto immediato in fattura

L’altro tipo di incentivo previsto dal decreto Rilancio 2020 riguarda la possibilità di cedere il proprio Credito Ecobonus per ottenere, in luogo dello stesso, uno sconto immediato in fattura per lavori di recupero del patrimonio edilizio, installazione impianti fotovoltaici, misure antisismiche e lavori di efficienza energetica. Tra quest’ultimi rientra la sostituzione di serramenti a dispersione energetica con porte e finestre di nuova generazione ad elevata efficienza termica.

In sostanza, fino al 31 dicembre 2021 i contribuenti, anziché portare in detrazione il bonus 110% in 5 anni, possono scegliere di usufruire di una forma di risparmio più concreta, tangibile e soprattutto immediata: acquistare i nuovi infissi di casa a metà prezzo!

La strada dello sconto 50% in fattura è la più semplice da percorrere qualora l’intenzione del contribuente sia solo quella di sostituire i serramenti, senza mettere mano agli altri interventi trainanti.

In questo modo il contribuente recupera immediatamente il 50% della spesa e porta a casa a metà prezzo serramenti nuovi e performanti, capaci di cambiare subito marcia rispetto all’incremento dell’efficienza energetica dell’abitazione e al taglio dei costi della bolletta. Il credito Ecobonus viene ceduto al fornitore/rivenditore di serramenti, il quale, a sua volta, potrà recuperare l’importo sotto forma di credito di imposta cedibile successivamente ad altri soggetti, comprese banche e altri intermediari finanziari.

L’opzione dello sconto 50% in fattura è molto vantaggiosa perché consente di risparmiare la metà della spesa sostenuta senza necessariamente associare altri lavori di riqualificazione edilizia tra quelli elencati come interventi primari relativi all’ottenimento della detrazione 110%.

Per approfondire ulteriormente l’argomento, consigliamo la lettura dell’articolo Ecobonus 2020 e infissi: dal SuperBonus al 110% allo sconto in fattura del 50%.

Cosa c’è da sapere per scegliere le migliori porte in PVC: conclusioni

Siamo giunti al termine della nostra guida su tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori porte in PVC.

Come visto, alla base di qualsiasi altra considerazione ci sono almeno due fattori imprescindibili di cui tenere conto:

  • affidarsi solo ad aziende specializzate nella produzione di serramenti in PVC di ottima qualità (verificando che porte e finestre siano provviste di tutte le garanzie e le certificazioni, sia dal punto di vista delle prestazioni che per quanto riguarda la sicurezza per la salute)
  • scegliere solo installatori qualificati e referenziati per avere garanzia di una posa in opera a regola d’arte

Rispettando queste due “regole d’oro” si è già a buon punto, quantomeno rispetto alla qualità dei prodotti e alla correttezza dell’installazione.

Nell’articolo abbiamo poi evidenziato le caratteristiche del PVC e i notevoli vantaggi che possiamo ottenere, scegliendo porte realizzate in questo materiale, in termini di efficienza energetica, isolamento termoacustico, salubrità degli ambienti e resistenza all’usura del tempo, dello sporco e degli agenti esterni.

Abbiamo visto come il PVC, rispetto ad altri materiali, presenti il miglior rapporto qualità-prezzo e non abbia bisogno di particolare manutenzione per mantenersi efficiente ed esteticamente integro nel tempo.

Una porta esterna o una porta finestra in PVC garantisce inoltre ottime proprietà di isolamento termico e acustico, oltre a poter contare su una grande versatilità stilistica.

Il materiale da solo, però, non basta a fare una buona porta.

Affinché l’infisso sia efficiente, funzionale, sicuro e resistente è necessario che tutti gli elementi che ne compongono la struttura siano realizzati con materie prime di alta qualità e secondo processi lavorativi d’avanguardia.

Fondamentali sono anche il design e la possibilità di personalizzare la porta d’ingresso (vero e proprio biglietto da visita della casa), le porte balcone e i sistemi scorrevoli.

Un occhio di riguardo, infine, va dedicato alla dotazione di sicurezza della porta, la cui caratteristiche di sicurezza anti-effrazione devono essere scelte in base alla posizione e alle peculiarità dell’abitazione.

Ora avete tutti gli elementi per fare la scelta giusta e valorizzare la vostra casa con le più moderne e performanti porte d’ingresso, porte balcone e porte finestre!

Hai scelto la porta giusta per te?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
Risparmiare per ristrutturare casa con l'Ecobonus

Ecobonus 2020 e infissi: dal superbonus al 110% allo sconto in fattura del 50%

Risparmiare per ristrutturare casa con l'Ecobonus

Ecobonus 2020 e infissi: dal superbonus al 110% allo sconto in fattura del 50%

Quando si programmano lavori di ristrutturazione e/o interventi di riqualificazione energetica per la propria abitazione è importante conoscere tutte le opportunità di risparmio offerte dagli incentivi fiscali.

Tali agevolazioni permettono di abbattere il computo della spesa inizialmente preventivata e utilizzare la somma risparmiata per operare in maniera mirata e approfondita sui problemi più urgenti presenti sull’edificio.

Ad esempio, se l’aspetto da migliorare è l’efficienza energetica della struttura abitativa, le detrazioni e i bonus fiscali rappresentano un’ottima opportunità per risparmiare su una serie di interventi necessari a:

  • innalzare il livello di isolamento termico dell’involucro della casa
  • limitare le dispersioni termiche
  • prevenire l’eccesso di umidità e la formazione di muffa
  • ottimizzare i consumi energetici per risparmiare sulle bollette in modo tangibile e duraturo

In questo articolo approfondiremo le novità confermate dal Decreto Attuativo congiunto Mise, MEF, MIT e Ambiente, con particolare attenzione allo sconto 50% immediato in fattura sull’acquisto di nuovi infissi a risparmio energetico.
Il decreto ha confermato anche le detrazioni Ecobonus al 110% su alcuni interventi “trainanti” di ristrutturazione edilizia, sebbene abbia posto diversi vincoli e condizioni per richiedere e ottenere l’agevolazione.

Ecobonus 2020 infissi: cosa bisogna sapere per risparmiare sull’acquisto dei nuovi serramenti di casa

Il Decreto Rilancio 2020, entrato in vigore il 1° luglio 2020 per favorire la ripresa economica del settore edilizio e per aiutare contribuenti e imprese a superare le difficoltà incontrate durante l’emergenza Covid-19, riserva grande importanza agli interventi di ristrutturazione mirati alla riqualificazione energetica degli edifici, per i quali prevede la possibilità di usufruire di detrazioni Ecobonus al 110% (alle condizioni che andremo ad elencare tra poco) o di approfittare del ritorno dell’opzione Cessione Credito Ecobonus e relativo sconto immediato in fattura, che tanto successo aveva riscosso nel 2019.

Prima di approfondire gli aspetti riguardanti lo sconto immediato in fattura sull’acquisto di nuovi infissi a risparmio energetico, vediamo qui di seguito i requisiti per usufruire dell’Ecobonus 110% e le condizioni stabilite dalla normativa per l’ottenimento del Superbonus.

Il Superbonus prevede che i contribuenti possano usufruire di un credito d’imposta del 110%, suddiviso in 5 quote annuali di pari importo, per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per i seguenti lavori primari di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica degli edifici.

  • Cappotto termico

    È possibile portare in detrazione la spesa a condizione che i lavori interessino più del 25% della superficie lorda dell’edificio, o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno.
    L’ottenimento del bonus è vincolato anche ad un’altra condizione: i materiali isolanti utilizzati devono rispettare i criteri ambientali minimi di cui al decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 11 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2017.

  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

    • Per le parti comuni degli edifici: sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A; o con impianti a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici ovvero anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici con impianti di microcogenerazione o a collettori solari, nonché, esclusivamente per determinati comuni montani l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente.

    • Per gli edifici unifamiliari o unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno: sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A; o con impianti a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici ovvero impianti di microcogenerazione o a collettori solari; nonché, esclusivamente per determinati comuni montani, l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente.

C’è anche un’altra condizione che regola l’accesso al Superbonus 110%: gli interventi rubricati dal Decreto Rilancio, oltre al rispetto dei requisiti tecnici minimi indicati dalla legge, devono assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio o, in alternativa, il conseguimento della classe energetica più alta. Il testo sottolinea che la variazione di classe energetica va dimostrata «mediante l’attestato di prestazione energetica (Ape), rilasciato da tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata».

Chi intende sostituire soltanto le vecchie finestre con serramenti in PVC ad alta efficienza energetica, senza quindi effettuare interventi condominiali primari, può beneficiare di una strada più agevole, immediata e conveniente: l’opzione dello sconto diretto del 50% in fattura.

Sconto immediato 50% sull’acquisto dei nuovi serramenti di casa

La sostituzione di vecchie finestre malandate e piene di spifferi con infissi di nuova generazione a chiusura ermetica ed elevato grado di isolamento termoacustico è un passaggio fondamentale nell’ottica di ristrutturare casa per ottimizzare il risparmio energetico.

Per alleggerire la bolletta ed evitare la formazione di condensa e altri fenomeni deleteri per la salubrità degli ambienti domestici è infatti fondamentale minimizzare le dispersioni energetiche.

Sappiamo che la maggior parte di esse si verificano proprio a causa di porte e finestre vecchie/inadeguate oppure realizzate in materiali ad elevato valore di conducibilità termica.

Ad esempio, l’alluminio, con un valore di 210 W/mK, è un conduttore termico naturale. Ciò significa che per essere impiegato efficacemente nella realizzazione dei serramenti, l’alluminio deve essere sottoposto ad un trattamento chiamato taglio termico, che consente di abbassare i livelli di conducibilità del materiale e di rendere gli infissi stessi capaci di isolare dagli agenti atmosferici e dai raggi UV.

Il PVC, invece, grazie ai suoi bassi valori di trasmittanza, è un naturale isolante termico ed è considerato il materiale d’eccellenza per la realizzazione di serramenti a risparmio energetico.

Pertanto, se stai pensando di disfarti delle vecchie finestre (principali responsabili dell’aumento dei consumi e del peggioramento della qualità della vita in casa) per acquistare i migliori infissi in PVC presenti sul mercato, è importante rivolgersi solo ad aziende specializzate come WnD e cogliere l’opportunità unica di acquistare i nuovi infissi a metà prezzo grazie all’opzione Cessione Credito Ecobonus.

Porta traslante scorrevole PSK di WnD

Sconto 50% in fattura: acquista i nuovi infissi a metà prezzo!

Se per ottenere la detrazione fiscale del 110% è necessario che la spesa per l’acquisto dei nuovi serramenti in PVC sia sostenuta contestualmente ad almeno uno degli interventi primari previsti dalla norma (cappotto termico e/o sostituzione degli impianti di riscaldamento/climatizzazione esistenti), per usufruire dell’opzione “Cessione Credito Ecobonus/Sconto in fattura”, introdotta già nel 2019, il contribuente non è soggetto al vincolo di portare avanti anche gli altri interventi, ma può limitarsi al solo acquisto delle nuove finestre.

Ad oggi, dunque, la strada dello sconto in fattura è la più conveniente per i contribuenti che intendono procedere solo con l’acquisto di nuovi infissi.  

I vantaggi di ricorrere al contributo sotto forma di  cessione del credito Ecobonus e sconto immediato del 50% in fattura da parte del fornitore/rivenditore di infissi (in luogo della detrazione del 110%) sono principalmente due.

Il primo ha a che fare appunto con la condizione dettata dal testo di legge, ossia l’obbligo di associare l’acquisto dei nuovi infissi ad almeno un altro intervento di ristrutturazione primaria previsto dal decreto stesso. Tale condizione, che di fatto rappresenta un forte limite al beneficio della maxi-detrazione, può essere aggirato proprio grazie alla possibilità di cedere il Superbonus e usufruire dello sconto immediato in fattura.

Il secondo vantaggio riguarda in modo più diretto il “nocciolo” dell’agevolazione: con l’opzione dello sconto immediato in fattura, il contribuente, anziché spalmare la detrazione in 5 anni, riesce a recuperare in tempo reale il 50% della spesa portando a casa serramenti performanti di ottima qualità a metà prezzo!

 

Sconto 50% in fattura infissi: correttivi al voto della Commissione

La Commissione Bilancio della Camera ha voluto fare alcune precisazioni riguardo la cessione dei crediti d’imposta legati alle ristrutturazioni, agli interventi di efficientamento energetico e ai cosiddetti bonus Covid-19.

In particolare, ecco i correttivi in fase di valutazione:

  • tax credit pari alla detrazione originariamente spettante a prescindere dallo sconto applicato
  • sconto in fattura non necessariamente legato ad un solo fornitore, ma applicabile da più fornitori che concorrono ai lavori
  • l’opzione per la cessione del credito e lo sconto in fattura può avvenire anche in fase di avanzamento lavori e nel limite di due volte; inoltre, può essere effettuata anche attraverso un intermediario
  • eliminazione del limite alle compensazioni per l’utilizzo dei crediti ceduti in caso di debiti iscritti a ruolo superiori a 1.500 euro

Come risparmiare sull’acquisto degli infissi con maxi-detrazioni e sconto in fattura: conclusioni

L’emergenza Coronavirus ha fortemente danneggiato l’economia globale: le conseguenze del crollo economico si sono riversate a macchia d’olio su tutti i settori commerciali, compreso quello edilizio. Per venire incontro alle aziende del settore, alle imprese edili, ma anche ai cittadini alle prese con l’avvio di lavori di ristrutturazione/riqualificazione energetica non procrastinabili, lo Stato ha messo a disposizione un nuovo utilissimo strumento fiscale: il Decreto Rilancio 2020.

Sebbene siano al vaglio della Commissione di Bilancio alcune modifiche al testo del Decreto, ad oggi l’Ecobonus 2020 infissi prevede l’applicazione per gli aventi diritto di due tipi di agevolazioni fiscali per le spese sostenute per l’acquisto di serramenti a risparmio energetico nel periodo compreso tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021:

  • Maxi-detrazione del 110% della spesa sostenuta per l’acquisto di nuovi infissi: tale agevolazione è applicabile solo a patto che l’acquisto dei serramenti sia associato almeno ad un altro intervento di ristrutturazione e riqualificazione edilizia primaria tra quelli previsti dal nuovo decreto e che l’installazione degli infissi contribuisca ad innalzare di due livelli la classe energetica dell’edificio.
  • Opzione Cessione Credito Ecobonus/Sconto in fattura: in luogo del Superbonus 110%, il contribuente che intende sostituire i vecchi infissi con nuovi e performanti serramenti in PVC, senza però intervenire sull’abitazione con altri lavori di ristrutturazione, può decidere di cedere il proprio credito Ecobonus o beneficiare di uno sconto immediato del 50% in fattura.

In altri termini, l’Ecobonus 110% consente di acquistare gratis i nuovi infissi di casa congiuntamente ad almeno un intervento primario di ristrutturazione, detraendo la spesa in 5 anni tramite la dichiarazione dei redditi; la Cessione del Credito Ecobonus e lo sconto immediato in fattura permettono ai contribuenti di ottenere un risparmio concreto, dimezzando subito il costo di acquisto delle nuove finestre anche senza sostenere interventi primari di efficientamento energetico del condominio/abitazione.

Sebbene entrambe le opzioni siano molto vantaggiose, la strada dello sconto 50% immediato sull’acquisto di nuovi infissi appare come la più semplice da percorrere, non fosse altro perché per ottenere l’aliquota agevolata del 110% è necessario, contestualmente alla sostituzione dei serramenti, attuare almeno un intervento primario di ristrutturazione, mentre tale vincolo non sussiste nell’opzione dello sconto 50%.  

In sostanza, i contribuenti che intendono sostituire i serramenti, senza mettere mano agli altri interventi trainanti, possono approfittare della vantaggiosa iniziativa dello Stato e acquistare i nuovi serramenti di casa ancora a metà prezzo  fino al 31 dicembre 2021.

Installare in casa serramenti in PVC di nuova generazione significa infatti incrementare l’efficienza energetica dell’abitazione, dare un contributo alla salvaguardia del pianeta, migliorare la salubrità degli ambienti domestici e tagliare i costi della bolletta energetica.

Vuoi sapere quanto puoi risparmiare?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
I sistemi di sicurezza più efficaci

Quali sono i sistemi di sicurezza per porte e finestre più efficaci?

I sistemi di sicurezza più efficaci

Quali sono i sistemi di sicurezza per porte e finestre più efficaci?

In fase di scelta dei serramenti per una nuova abitazione, o in caso di sostituzione di modelli obsoleti preesistenti, occorre valutare con attenzione le caratteristiche che possono incidere in maniera determinante sugli aspetti più importanti della vita quotidiana.

Dopotutto gli infissi non sono elementi che si sostituiscono con frequenza: la tendenza deve essere sempre quella di acquistare prodotti di eccellente qualità che possano mantenersi affidabili, performanti e funzionanti più a lungo possibile.

Dotare la propria casa di infissi di qualità significa innalzare in modo significativo il comfort abitativo, la salubrità degli ambienti e il grado di protezione dai ladri.

In particolare, quando si scelgono i serramenti bisogna fare attenzione a 3 aspetti:

  • Il materiale
  • La solidità strutturale
  • I sistemi anti-intrusione

Tutti e tre questi fattori sono importanti, ma in questo articolo ci focalizzeremo sull’aspetto della sicurezza, fornendo una panoramica dei migliori dispositivi anti-effrazione attualmente presenti nel settore infissi.

Prima di entrare nel dettaglio dei più efficaci e affidabili sistemi di sicurezza per porte e finestre, diamo comunque una rapida occhiata agli altri due indicatori che possono orientarci nella scelta di serramenti di qualità:

  • Il materiale degli infissi

    La scelta del materiale è determinante in chiave di isolamento termoacustico, manutenzione, longevità ed efficienza energetica degli infissi.

    Ad esempio, se l’abitazione è collocata in un contesto climatico “severo” (forte umidità, temperature bollenti o sottozero, frequenti piogge), le caratteristiche dei serramenti in PVC – impermeabilità, resistenza al fuoco, elevati parametri di isolamento termico, capacità di adattarsi ai contesti più ostili – sono oggettivamente più indicate di quelle dei serramenti in legno. Questi ultimi, pur presentando ottime proprietà di isolamento termico, sono più delicati rispetto a quelli realizzati in PVC e necessitano dunque di una maggiore, regolare e costosa manutenzione per conservare stabili nel tempo le proprie funzionalità.

  • La solidità strutturale

    Per poter definire dei serramenti come affidabili e robusti non può essere trascurato nessuno dei loro elementi strutturali. Telaio, ante, ferramenta, guarnizioni, maniglie, cerniere, vetri: ogni componente dell’infisso deve essere realizzato nell’ottica del raggiungimento di elevati standard di resistenza e solidità strutturale.

Casa a prova di ladri: ecco i migliori sistemi di sicurezza per porte e finestre

Sentirsi al sicuro è una condizione imprescindibile: in una casa protetta e ben equipaggiata contro i tentativi di intrusione si vive decisamente meglio rispetto a una che può essere facilmente presa di mira dai ladri.

D’altronde è risaputo che la maggior parte dei tentativi di intrusione avviene proprio dai serramenti di casa.

In fase di scelta, dunque, è bene accertarsi che sia la porta d’ingresso che finestre e porte finestra abbiano in dotazione adeguati dispositivi di sicurezza.

Ma come possiamo rafforzare la capacità degli infissi di resistere alle intrusioni degli scassinatori?

Come sempre, la miglior cosa è agire in maniera sinergica su più fronti.
Per aumentare la tranquillità della famiglia, dormire sonni tranquilli e lasciare casa anche per un lungo periodo senza correre grossi rischi, l’impianto di allarme dovrebbe essere integrato con l’installazione di infissi di sicurezza capaci di resistere alle tecniche di effrazione sempre più sofisticate messe in atto dai ladri.

Come evitare i furti in casa con porte e finestre di sicurezza

Perché l’allarme da solo non basta a scongiurare i furti? Che ruolo hanno gli infissi nell’azione di contrasto ai ladri?

Scegliere di dotare la propria casa dei più efficaci sistemi di sicurezza per porte e finestre è fondamentale per rendere la vita difficile agli scassinatori professionisti.

Non di rado, infatti, questi ultimi riescono ad eludere la tecnologia dell’antifurto e finiscono per ritrovarsi a tu per tu con gli infissi, che, se non adeguatamente equipaggiati (con vetri anti-effrazione o antisfondamento, maniglie di sicurezza, ferramenta rinforzata e altri accorgimenti), possono diventare facili accessi per qualunque malintenzionato.

Ecco perché è così importante proteggere l’abitazione con porte e finestre dotate di caratteristiche in grado di elevare la loro capacità di resistere alle manovre di scasso, e realizzate con una serie di dotazioni e meccanismi anti-effrazione.


Sistemi di sicurezza per infissi: tutte le soluzioni WnD

Alla base della scelta dei sistemi di sicurezza per porte e finestre deve esserci anzitutto la consapevolezza di quanto sia importante puntare sulla qualità dei prodotti e sull’affidabilità dell’azienda produttrice.

In questo senso WnD è una garanzia, in quanto azienda specializzata nella produzione di serramenti in PVC che rispondono ad eccellenti standard qualitativi sotto ogni punto di vista: isolamento termoacustico, solidità strutturale, innovazione, design, personalizzazione e sistemi di protezione in grado di proteggere la casa e difenderla da qualsiasi minaccia esterna.

Vediamo qui di seguito i sistemi anti-effrazione che WnD ha integrato alla propria gamma di serramenti in PVC.

Ferramenta anti-intrusione

Nell’ottica di aumentare la sicurezza di porte e finestre la ferramenta è tra gli elementi più importanti: i ladri agiscono principalmente forzando il telaio, l’anta o la maniglia.

Di conseguenza, gli infissi più robusti, resistenti e affidabili in chiave sicurezza sono quelli in cui tutti gli elementi che afferiscono al meccanismo di manovra e azionamento sono realizzati in classe di sicurezza RC1 o RC2.

La classificazione della ferramenta anti-intrusione WnD avviene sulla base di una serie di prove di resistenza e sicurezza previste dalla normativa QM 328:

  • la prova statica misura la resistenza fisica e meccanica della struttura complessiva del serramento (ferramenta compresa)
  • la prova di carico dinamico serve a testare la resistenza di porte e finestre ad azioni fisiche irruente: calci, spinte, spallate, ecc.
  • la prova di attacco manuale con simulazione di effrazione prevede l’impiego di strumenti meccanici quali cacciavite, pinze, piedi di porco, grimaldelli, ecc.

In sostanza, ciascuno dei 3 test cui vengono sottoposti gli infissi simula una determinata azione che il ladro potrebbe compiere per mettere a segno lo scasso.

Ferramenta activPilot Concept RC1 e RC2

Tutti gli infissi WnD sono realizzati con ferramenta Winkhaus activPilot Concept.

Grazie alla concezione modulare, la ferramenta brevettata da WnD è compatibile con l’apertura a ribalta, impedisce l’apertura accidentale dell’anta e supporta la posizione intermedia della microventilazione. Inoltre, il sistema di sicurezza activPilot prevede due riscontri antieffrazione e la presenza di sistemi di bloccaggio posizionati lungo tutto il perimetro della finestra a distanza di circa 750 mm l’uno dall’altro. Per quanto riguarda i portoncini d’ingresso, WnD ha pensato ad una ferramenta di sicurezza a tre punti di chiusura con riscontri anti-effrazione.

Osserviamo ora le dotazioni anti-effrazione delle classi di sicurezza RC1 e RC2.

Dotazione RC1
  • Maniglia con chiave o pulsante

  • Placca antitrapano in acciaio: posizionata all’interno dell’anta, all’altezza della maniglia, questa speciale piastra è in grado di contrastare efficacemente i tentativi di scasso, anche quelli effettuati con trapano

  • Vetri di spessore maggiorato

  • Riscontri anti-effrazione collocati sul rinvio d’angolo delle ante

Dotazione RC2
  • Maniglia con protezione anti-trapano o maniglia con chiave

  • Placca anti-trapano in acciaio

  • Riscontri anti-effrazione lungo tutto il perimetro del serramento

  • Vetri stratificati anti-effrazione P2 e antisfondamento P4

La ferramenta WnD garantisce ottimi parametri di sicurezza e aumenta la praticità degli infissi stessi nell’uso quotidiano.

Tipologie di vetri anti-effrazione

Rispetto alle finestre di un tempo, di norma equipaggiate con una singola (e sottile) lastra di vetro, gli infissi di nuova generazione puntano molto sulla qualità, sulla resistenza e sulla sicurezza delle vetrocamere.

Il concetto di “sicurezza” in questo caso è da intendersi sia come strumento di difesa dalle minacce esterne (ossia dai tentativi di effrazione), sia come capacità di proteggere le persone all’interno dell’abitazione da ferite da taglio che potrebbero derivare a seguito della rottura accidentale della vetrata di finestre e porte balcone.

WnD offre una gamma di infissi in grado di aumentare la protezione della casa e la sicurezza domestica grazie all’alloggiamento di vetrocamere realizzate con vetri stratificati, anti-effrazione/anti-sfondamento e temperati.

Vetri stratificati

I vetri stratificati WnD sono vetri di sicurezza composti da 2 lastre float di spessore di circa 3 mm e da uno strato intermedio in PVB. Lo scopo di tale pellicola è quello di mettere in sicurezza le persone in caso di rottura accidentale del vetro. In sostanza, la speciale pellicola di sicurezza imprigiona i piccoli frammenti di vetro evitando che si spargano e feriscano i presenti. Nel caso in cui fossero i ladri dall’esterno a tentare la rottura del vetro, le stratificazioni e la pellicola protettiva fungerebbero da ostacolo all’intrusione.


Vetri antieffrazione/antisfondamento

Come già accennato l’offerta di WnD comprende due tipologie di vetrocamere ideate per proteggere la finestra contro i tentativi di intrusione: i vetri anti-effrazione (P2) e quelli antisfondamento (P4). Si tratta di vetri di sicurezza composti da lastre di vetro da 3, 4 o 5 mm unite con due o quattro pellicole anti-effrazione capaci di resistere a ripetuti urti con strumenti metallici e appuntiti.

Anche in questo caso, la sicurezza garantita da questa tipologia di vetri è doppia: il sistema antisfondamento delle pellicole protettive ostacola ulteriormente l’ingresso dei malintenzionati nell’abitazione e, nello stesso tempo, protegge gli inquilini da eventuali tagli e infortuni.


Vetro temperato

Il vetro temperato è così chiamato per via del trattamento termico cui viene sottoposto: la cosiddetta “tempra”.

La tempra conferisce al vetro maggiore resistenza ed elasticità. In particolare, rispetto al vetro non temperato, la versione temperata presenta:

  • maggiore resistenza alla rottura

  • maggiore resistenza meccanica all’urto

  • maggiore resistenza alla pressione e alla forza fisica

Altra peculiarità del vetro temperato è quella di formare frammenti smussati e arrotondati in caso di rottura volontaria o accidentale.

Maniglia con chiave WnD

Maniglie e sistemi di blocco automatico

Sebbene le maniglie rientrino tecnicamente nella grande famiglia della ferramenta, possono essere considerate come parti autonome del serramento; tanto più che sono elementi a vista che devono garantire non solo praticità e sicurezza, ma anche una buona resa estetica.

WnD ha pensato di dotare le maniglie della propria gamma di infissi in PVC di una serie di dotazioni opzionali per aumentarne la resistenza ai tentativi di furto.

Attraverso quale meccanismo i sistemi di blocco possono impedire la rotazione della maniglia e la conseguente apertura dell’anta dall’esterno?

Scopriamo insieme le tre tipologie di maniglie per infissi realizzate da WnD.


Maniglia con chiave

Il blocco della ferramenta in posizione di chiusura si attiva girando la chiave, mentre la piastra anti-trapano impedisce lo svitamento dall’esterno della maniglia stessa, oltre a proteggere l’infisso dalla foratura del telaio.


Maniglia con pulsante

In questo caso il meccanismo autobloccante che impedisce la manovra esterna della maniglia si attiva e disattiva premendo il pulsante posto sopra l’impugnatura.


Maniglia Hoppe Secustick®

Secustick® è una maniglia per infissi dotata di un meccanismo di bloccaggio brevettato che ostacola la manovra esterna della maniglia e blocca sul nascere il tentativo di effrazione, anche se effettuato con trapano.


Aumentare la sicurezza in casa con gli oscuranti per finestre

Non di rado i sistemi oscuranti vengono sottovalutati o trascurati nella progettazione degli infissi. In realtà, oltre a proteggere e allungare la vita di questi ultimi evitando che subiscano l’azione aggressiva e continuativa di pioggia, raggi UV e altri agenti esterni, gli oscuranti consentono di gestire il livello di luminosità all’interno della casa e riparano gli inquilini dagli sguardi indiscreti di curiosi e passanti.

Non meno importante, per alcune tipologie, è l’azione di contrasto ai tentativi di effrazione. I sistemi oscuranti come le persiane e le tapparelle, montati a protezione di finestre e porte balcone, rappresentano infatti un ulteriore “strato” protettivo contro le manovre di scasso esercitate dai ladri.

Importante anche l’effetto deterrente: la presenza di una barriera in più (l’oscurante) aumenta la percezione di sicurezza della casa e contestualmente scoraggia l’iniziativa dei ladri.

Quali sono i sistemi anti-effrazione più efficaci: considerazioni finali

In una casa i sistemi di sicurezza per porte e finestre non sono mai troppi!

Per sentirsi protetti tra le mura domestiche è fondamentale accostare al classico impianto di allarme l’installazione di porte e finestre di sicurezza, dotate di caratteristiche anti-effrazione e realizzate con tecnologie all’avanguardia e dispositivi atti a proteggere la casa dai furti.

Per questo motivo WnD ha dotato la propria gamma di portoncini d’ingresso, finestre e porte balcone di una serie di soluzioni e meccanismi anti-effrazione, sia di serie che opzionali, che contribuiscono a rafforzare la ferramenta, le maniglie, i vetri e il telaio, innalzando il livello di sicurezza dell’abitazione e migliorando la qualità della vita in casa.

Vuoi rendere più sicura la tua casa?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
le alternative di WnD per porte finestre in PVC

Porte finestre in PVC comode ed eleganti: le alternative di WnD

le alternative di WnD per porte finestre in PVC

Porte finestre in PVC comode ed eleganti: le alternative di WnD

Le porte finestre o porte balcone rappresentano una soluzione d’arredo che unisce bellezza e funzionalità. Rispetto alla classica finestra, la porta balcone dona più luce naturale agli interni, regala viste panoramiche e aggiunge un tocco di design all’ambiente.

Inoltre questa tipologia di infissi, soprattutto le porte finestre scorrevoli, è perfetta per esaltare il confine tra gli interni e gli esterni della casa. Una grande porta finestra nel living, ad esempio, funziona da naturale passaggio per l’outdoor, moltiplicando visivamente lo spazio e donando un impareggiabile senso di condivisione e apertura.

Comode ed eleganti, le porte finestre vestono l’abitazione con carattere e personalità, contribuiscono a definire lo stile della casa e hanno un notevole impatto sulla visione d’insieme degli ambienti.

Ecco perché è così importante sceglierle tenendo conto di tutti i fattori in gioco: lo stile, la praticità di fruizione, le tecnologie impiegate, la qualità della struttura, la tipologia, lo spessore e l’ampiezza delle vetrate.

Ancor prima di valutare gli aspetti estetici e funzionali, è però importante scegliere il materiale dei serramenti.

In questo articolo ci concentreremo sulle caratteristiche delle porte balcone in PVC e sulle soluzioni proposte da WnD, azienda leader del settore infissi.

Oltre a valutare le peculiarità tecniche del materiale vedremo anche come scegliere, tra le varie alternative di WnD, le porte finestre in PVC più adatte al tuo stile e alle tue esigenze.

Per acquistare le migliori porte finestre è fondamentale tenere conto di tutti gli aspetti che possono condizionare la scelta. Nessun fattore è da trascurare: non dimentichiamo che finestre e porte finestre sono elementi portanti di una casa e hanno il preciso scopo di schermare dalla temperatura esterna, dai rumori e dagli agenti atmosferici.

 

Porte finestre in PVC targate WnD: tipologie e caratteristiche

Prima di scoprire le varie tipologie di porte balcone WnD, è necessario approfondire le caratteristiche del PVC e i vantaggi che la scelta di tale materiale può apportare in termini di isolamento termoacustico, risparmio energetico e salubrità degli ambienti domestici.

Porte finestre: perché sceglierle in PVC

Il materiale con cui vengono realizzati incide in modo determinate sulla resistenza e sulla durata nel tempo dei serramenti, oltre che sulla definizione dello stile.

WnD propone porte finestre in PVC in grado di unire invidiabili prestazioni tecniche alla massima cura del design e delle personalizzazioni stilistiche.

Ma quali sono le caratteristiche che rendono il PVC uno dei materiali più performanti in chiave di isolamento termico e ottimizzazione dei consumi?

Scopriamo insieme alcuni tra i vantaggi dello scegliere porte e finestre in PVC di qualità per la propria abitazione:

  • Ottimo isolamento termico e acustico

    La bassa conducibilità termica di questo materiale garantisce una drastica riduzione delle dispersioni energetiche, il facile mantenimento della temperatura ideale in casa tutto l’anno e un risparmio concreto in bolletta.

    Il PVC vanta anche buone capacità di isolamento acustico: le sue proprietà fonoassorbenti in sinergia con l’utilizzo di vetrocamere adeguate lo rendono particolarmente adatto per le abitazioni situate in zone trafficate e soggette ad inquinamento acustico.

  • Impermeabilità e resistenza al fuoco

    Impermeabile, autoestinguente e altamente resistente ai raggi UV. Le porte balcone in PVC sono in grado di resistere a qualsiasi contesto climatico e proteggono in modo efficace dagli agenti atmosferici, riducendo i rischi di infiltrazioni, muffa e condensa.

  • Praticità e ridotta manutenzione

    Pratico, facile da pulire e da mantenere nel tempo. Non assorbendo acqua e umidità gli infissi in PVC non necessitano, infatti, di particolare manutenzione per conservarsi belli e inalterati nel tempo, ma solo di un’ordinaria pulizia.

  • Design versatile

    Il PVC è un materiale flessibile e facile da lavorare: ciò determina la possibilità di realizzare soluzioni stilistiche diversificate e accattivanti.

    Per loro natura, le porte finestre in PVC si contraddistinguono generalmente per un design pulito ed essenziale di impronta contemporanea, ma si prestano anche ad essere interpretate in chiave più classica grazie all’elegante PVC effetto legno.

  • Ottimo rapporto qualità prezzo

    Oltre a garantire un risparmio sul lungo periodo, che si traduce in una bolletta energetica più leggera, gli infissi realizzati in PVC garantiscono anche un rapporto qualità-prezzo impareggiabile.

Una delle qualità del PVC, infatti, è proprio il costo più contenuto rispetto ad altri materiali e alla durata del prodotto. Gli infissi in PVC, infatti, hanno una vita media decisamente lunga proprio per via delle caratteristiche di resistenza del materiale.

Al contrario, il legno, pur avendo ottime proprietà termoisolanti, è più fragile e attaccabile dagli agenti corrosivi esterni e, pertanto, necessita di una regolare manutenzione per mantenere inalterate le proprie caratteristiche. Gli infissi in alluminio sono più resistenti ma, proprio come quelli in legno, mediamente hanno un prezzo maggiore poiché per isolare correttamente devono essere sottoposti a taglio termico.

I serramenti in PVC, invece, sono in grado di resistere e adattarsi ai cambiamenti climatici senza particolare manutenzione: il PVC non si deforma, non si “imbarca” e non perde le proprie caratteristiche (ad esclusione di una fisiologica usura del tempo, apprezzabile solo dopo decenni di corretto utilizzo).

Tutti i plus delle porte balcone WnD

Vediamo ora nello specifico perché scegliere le porte balcone in PVC targate WnD.

Quali caratteristiche e plus strutturali le rendono così belle e performanti?

Scopriamolo!

Isolamento termoacustico

Tutta la gamma di porte balcone in PVC è dotata di profili da 70 mm o da 85 mm di spessore e di 5 o 6 camere nell’anta e nel telaio. Tali caratteristiche strutturali massimizzano il già eccellente grado di isolamento termoacustico del PVC assicurando il raggiungimento di parametri ottimali (fino a Uw = 0,83 W/m2k).

Soglia ribassata

WnD propone una gamma di porte balcone in grado di garantire eccellenti prestazioni termiche grazie alla presenza di una soglia ribassata in alluminio a taglio termico di nuova generazione. L’altezza della soglia – appena 2 cm – rende il passaggio tra interno ed esterno fluido e agevole: caratteristica importante soprattutto quando in casa sono presenti persone anziane o con ridotte capacità motorie.

Oltre a garantire un accesso ottimale a tutte le aree dell’abitazione, la soglia ribassata dona all’ambiente un aspetto curato, minimal ed elegante, creando una piacevole continuità visiva con l’outdoor.

Personalizzazione totale

Le porte balcone WnD possono essere ampiamente personalizzate, dal tipo di zoccolatura alle pellicole decorative. In particolare:

  • Profili modulari: da 92 mm, permettono di scegliere tra una zoccolatura singola o multipla.

  • Maniglia con serratura o chiusura a scatto Click-Stop: è possibile dotare la porta balcone di una maniglia con serratura che permette di innalzarne il livello di sicurezza; è inoltre disponibile la pratica chiusura a scatto Click-Stop, che tramite una maniglietta permette di chiudere le porte finestre dall’esterno, evitando in questo modo che le ante si chiudano o sbattano a causa di correnti d’aria.

  • Pellicole decorative: WnD propone un’ampia gamma di colori, effetti e finiture con cui personalizzare i profili delle porte balcone in PVC. Le pellicole decorative sono disponibili in colori standard, opzionali e Real Wood, così da poter abbinare senza difficoltà le porte finestre sia all’esterno che all’interno dell’abitazione; a questo proposito è possibile scegliere anche una comoda ed elegante soluzione bicolore. La personalizzazione cromatica riguarda anche la maniglietta della chiusura Click-Stop, disponibile in bianco, marrone, argento, rovere dorato e rovere antico.

Resistenza anti-effrazione

WnD ha ideato un sistema che permette di aumentare la sicurezza della porta finestra rispetto ai tentativi di intrusione. La maggiore resistenza anti-effrazione è data dall’applicazione di riscontri più larghi, a sua volta resa possibile dallo spostamento di 13 mm dell’asse della ferramenta dal bordo del telaio.

Le porte finestre WnD presentano anche altri importanti plus qualitativi:

  • 10 anni di garanzia per ogni modello di infisso

  • Classe S: le porte finestre WnD sono testate per resistere in condizioni climatiche avverse, ossia in zone con irraggiamento solare diretto e/o con temperature sottozero

  • Certificato VOC: tutti i serramenti WnD sono in possesso dell’attestazione VOC che certifica l’assenza di sostanze volatili tossiche, dannose per l’ambiente e per la salubrità degli ambienti domestici
Porte finestre in PVC comode ed eleganti

Porte finestre con guscio esterno in alluminio Aluskin di WnD

Porta finestra Aluskin: comfort, luce naturale e risparmio energetico

Il profilo Aluskin è perfetto per chi vuole coniugare le prestazioni energetiche dei moderni serramenti in PVC al carattere forte e accattivante dell’alluminio. Internamente l’infisso è realizzato in PVC, rispettando il tipico design sobrio e minimale, mentre la parte esterna è rivestita con un guscio in alluminio personalizzabile con tutti i colori RAL, che orienta lo stile della porta balcone in chiave più decisa e contemporanea.

Aluskin presenta robusti rinforzi in acciaio galvanizzato su cui è possibile montare anche vetrocamere più ampie dello standard.

Le già elevate prestazioni termiche del PVC sono ulteriormente potenziate dalla presenza di una vetrocamera riempita di gas Argon, caratterizzata da un minore coefficiente di scambio termico e realizzata con vetri extra chiari, in grado di rendere più realistica e coinvolgente la visione dalle finestre grazie alla loro elevata trasparenza.

Altra soluzione elegante e consigliata per chi ricerca il massimo dell’efficienza energetica è la porta finestra Square Maxi 3G: con la sua struttura a 6 camere, la tripla guarnizione in battuta e la possibilità di alloggiare un quadruplo vetro garantisce parametri di isolamento elevatissimi.

 

Porte finestre WnD: considerazioni finali

In questo articolo abbiamo visto come per scegliere le porte finestre in PVC più adatte alla propria abitazione sia necessario tenere conto delle caratteristiche del materiale in termini di isolamento termoacustico e risparmio energetico, ma anche della qualità dei vari elementi della porta finestra: dalla solidità strutturale ai sistemi con tripli e quadrupli vetri, dai rinforzi anti-intrusione alla presenza di guarnizioni a lunga durata, passando per le vetrocamere e la varietà stilistica (tipologie, colori, finiture, effetti).

In questo senso, scegliere WnD per le porte finestre di casa significa avere garanzia dell’utilizzo di tecnologie evolute e innovative, dell’alta qualità di materiali, vetri e guarnizioni e di una scelta stilistica di grande effetto.

Le porte finestre in PVC targate WnD sono serramenti pratici e funzionali, dotate di ogni comfort strutturale, dei migliori parametri di isolamento termoacustico e del massimo grado di personalizzazione del design, dei colori e delle vetrocamere.

Si tratta di soluzioni in grado di unire design e funzionalità, la soluzione ideale per collegare in maniera armoniosa gli ambienti interni ed esterni della casa.

La tua casa è pronta per i nuovi infissi?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
La tua casa è più sicura con i giusti infissi

Come rendere sicura la casa da furti ed intrusioni

La tua casa è più sicura con i giusti infissi

Come rendere sicura la casa da furti ed intrusioni

Per ognuno di noi la casa rappresenta il porto sicuro, il luogo in cui fare ritorno dopo una giornata di lavoro, il nido che ci accoglie e ci protegge da ogni minaccia esterna.

Tra le caratteristiche prioritarie che si richiedono a un’abitazione troviamo proprio la naturale necessità di farci sentire protetti e al sicuro. La casa ci difende dall’aggressione degli agenti atmosferici, dai rumori esterni e dagli sguardi indiscreti, ma anche da ladri e malintenzionati.

In questo articolo ci focalizzeremo sul fattore sicurezza e scopriremo come difendere la casa da furti e intrusioni attraverso l’installazione di porte e finestre dotate dei migliori sistemi anti effrazione.

Sappiamo infatti che la maggior parte dei tentativi di intrusione avviene attraverso i serramenti di casa.

Se vogliamo dormire sonni tranquilli e/o lasciare la casa incustodita senza particolari preoccupazioni è necessario agire su più fronti. Il solo sistema di allarme non è sufficiente a neutralizzare l’attacco dei ladri.

Per scoraggiare le iniziative dei malintenzionati e proteggere la casa dai furti è necessario agire su più fronti e fare in modo che la struttura abitativa sia percepita come una fortezza inespugnabile, o quantomeno ben più sicura della media.

Sistemi di allarme, telecamere a circuito chiuso, sensori antifurto collegati alla vigilanza, illuminazione esterna ad hoc per scoraggiare i ladri: sono tutti sistemi efficaci per difendere la casa, a patto che siano utilizzati in associazione con l’installazione di infissi a prova di ladri.

Infatti il punto di partenza per minimizzare i rischi di furto è proprio intervenire sul grado di protezione degli infissi: sarebbe poco lungimirante spendere un capitale in sofisticati sistemi di allarme, se poi la porta di casa o le finestre si aprono con una spallata.

Pertanto, dotare la propria casa di serramenti sicuri, progettati per resistere ai tentativi di intrusione e dotati di innovativi sistemi di blocco maniglie, vetri antisfondamento, strutture rinforzate e sistemi domotici di controllo a distanza, significa scongiurare buona parte dei tentativi di furto e scasso.

Proseguendo nella lettura scopriremo quanto conti la qualità degli infissi in ottica di sicurezza dell’abitazione e come, per acquistarli, sia importante rivolgersi solo ad aziende specializzate come WnD, sempre in prima linea per garantire prodotti dagli elevati standard di sicurezza e comfort abitativo.

Come rendere sicura la casa con gli infissi antintrusione WnD

Come accennato, è importante che a supporto dell’antifurto vi siano una serie di accorgimenti funzionali per aumentare la percezione di sicurezza della casa.

In questo senso, il contesto abitativo riveste un’importanza fondamentale.

Un conto è mettere in sicurezza una villetta indipendente situata in una zona isolata e mal illuminata, magari in aperta campagna; un altro è intervenire su un appartamento in centro città, situato al quinto piano di un palazzo “blindato” all’interno di un condominio dotato di vigilanza, telecamere e impianto di allarme di ultima generazione.

È evidente che, rispetto all’esempio fatto, la villetta isolata ha bisogno di una protezione maggiore rispetto all’appartamento in condominio. Per rendere più sicura una casa inserita in un contesto simile bisognerà pensare ad un’azione sinergica che preveda un ottimo sistema antifurto, la blindatura di cancello esterno e portoncino d’ingresso e l’installazione di grate e finestre antieffrazione.

Se vuoi sapere come rendere sicura la casa in modo efficace, dai un’occhiata alle soluzioni antintrusione messe a punto da WnD per potenziare l’efficacia difensiva della propria gamma di infissi in PVC.

La scelta di porte e finestre antieffrazione WnD è il primo passo per aumentare le difese della propria casa e sentirsi tranquilli tra le mura domestiche!

Tutti i sistemi “anti-ladri” dei serramenti WnD

Gli scassinatori professionisti sono ormai in grado di superare la maggior parte delle tecnologie antifurto e arrivare al cospetto di porte e finestre dotati dei migliori strumenti di scasso.

I serramenti devono quindi essere in grado di contrastare e rallentare i tentativi di intrusione, neutralizzando il lavoro dei ladri attraverso più sistemi di blocco e schermatura.

WnD sa bene che per aumentare la capacità degli infissi di resistere ai tentativi di intrusione è necessario agire su tutti gli elementi strutturali degli infissi.

In particolare, gli accorgimenti antieffrazione devono interessare:

  1. La struttura
  2. La ferramenta
  3. Le maniglie
  4. I vetri

Porte e finestre possono avvalersi anche dell’aiuto della domotica per aumentare la sicurezza contro i tentativi di intrusione. Attraverso speciali sensori, gli infissi si possono collegare ad applicazioni e sistemi di controllo da remoto. Grazie a tale evoluzione tecnologica, potrai gestire e controllare gli accessi di casa anche da lontano, ed essere avvisato in tempo reale nel caso in cui un malvivente tenti di forzare i serramenti per introdursi illecitamente nell’abitazione.

Iniziamo a scoprire come rendere sicura la casa dai tentativi di effrazione analizzando i vari sistemi messi a punto da WnD per consolidare la struttura, la ferramenta, le maniglie e i vetri degli infissi in PVC.

Solidità e robustezza strutturale

Ferramenta, vetri e maniglie sono importanti nella realizzazione di serramenti in grado di resistere a furti e intrusioni. Tuttavia, tali elementi diventano davvero efficaci in chiave di sicurezza solo se la struttura dell’infisso è progettata secondo adeguati criteri di robustezza e solidità strutturale.

Queste incidono in modo determinante sulla capacità del serramento di impedire le effrazioni.

In altri termini, l’affidabilità di una finestra in chiave di contrasto ai tentativi di furto dipende in larga misura anche dalla resistenza del profilo e dai parametri statici della struttura.

In tal senso, WnD dota tutti i suoi infissi di robusti rinforzi in acciaio galvanizzato, con spessore variabile da 1,5 mm a 2,5 mm in funzione delle dimensioni della struttura. Questo sono in grado di aumentare la capacità del serramento di opporsi ai tentativi di effrazione effettuati con la forza fisica o con utilizzo di utensili come cacciaviti, pinze e grimaldelli.

Alcuni modelli, come la finestra Konfortline, prevedono lo spostamento di 13 mm dell’asse della ferramenta dal bordo del telaio. Questo dettaglio consente di applicare riscontri più larghi e, di conseguenza, rende l’infisso più robusto, stabile e resistente ai tentativi di effrazione.

Ferramenta che resiste a tutto

Tutti i serramenti WnD sono dotati di ferramenta Winkhaus activPilot Concept, un sistema di sicurezza brevettato che irrobustisce la struttura degli infissi e la rende resistente a qualsiasi manovra di scasso.

La ferramenta agisce attraverso due riscontri antieffrazione e diversi sistemi di bloccaggio posizionati lungo il perimetro della finestra.

Le peculiarità della ferramenta delle finestre WnD non finiscono qui. Vediamo le altre caratteristiche:

  • Compatibile con le classi di resistenza RC1 ed RC2 grazie alla sua concezione modulare
  • Compatibile con l’apertura a ribalta
  • Supporta la posizione di apertura intermedia con microventilazione attiva
  • Impedisce l’apertura accidentale dell’anta
  • Offre diverse possibilità di regolazione e rende le finestre, oltre che sicure, pratiche e funzionali nell’utilizzo quotidiano
Casa più sicura con la ferramenta delle finestre WnD
Ferramenta Wnd, dettaglio

Maniglie rinforzate con sistemi di blocco automatico

WnD garantisce una sicurezza a 360 gradi dotando tutti gli elementi della finestra, maniglie comprese, di dispositivi anti effrazione.

Il ruolo delle maniglie è infatti fondamentale per contrastare i tentativi di intrusione e aumentare la tranquillità di tutta la famiglia.

Ecco le dotazioni opzionali messe a disposizione da WnD per rafforzare le maniglie di porte e finestre:

Maniglia con chiave

Si tratta di un dispositivo di blocco che garantisce un’efficace protezione dai tentativi di scasso. Una volta girata, la chiave attiva il blocco della ferramenta dell’infisso in posizione di chiusura ed evita la rotazione forzata della maniglia dall’esterno. È inoltre dotata di uno speciale inserto antitrapano che, da un lato, protegge il telaio della finestra dalla foratura con trapano da parte dei malintenzionati, e dall’altro contrasta lo svitamento della maniglia stessa.

Maniglia con pulsante

Rispetto al sistema ad azione manuale con chiave, la maniglia con pulsante funziona tramite un meccanismo di difesa autobloccante. Per attivare (e disattivare) il blocco, evitando i tentativi di manipolazione e forzatura dall’esterno, occorre premere l’apposito pulsante situato sull’impugnatura della maniglia.

Maniglia Hoppe Secustick®

Questa tipologia di maniglie vanta un meccanismo brevettato di blocco che innalza ulteriormente il grado di sicurezza dei propri infissi. Le maniglie Hoppe Secustick® sono infatti dotate di una funzione di sicurezza integrata che ostacola la movimentazione della maniglia dall’esterno, anche tramite utensili di scasso professionali, bloccandola al tentativo di effrazione.

L’importanza dei vetri

Gli infissi in PVC targati WnD presentano vetrocamere capaci di garantire un elevato grado di protezione da furti e intrusioni grazie alla presenza di speciali pellicole antieffrazione che ne aumentano la resistenza.

Più strati di vetro e pellicola protettiva presenta l’infisso, più sarà difficile romperlo per introdursi furtivamente in casa.

In questo senso i vetri più sicuri sono quelli dotati di due o quattro strati di pellicola antieffrazione.

Vediamo le principali caratteristiche.

Vetri antieffrazione P2 e P4

I vetri antieffrazione e antisfondamento sono tra i più efficaci per scongiurare i tentativi di intrusione.

Queste vetrocamere, composte da due lastre float da 4 mm unite da due o quattro pellicole antieffrazione da 0.38 mm, riescono a rimanere integre anche sotto i colpi inferti da un peso metallico di 4 kg. Nel caso in cui il vetro dovesse cedere, i frammenti rimarrebbero intrappolati negli strati di pellicola protettiva ostacolando ulteriormente i malintenzionati nel loro tentativo di accedere all’abitazione.

Sistemi oscuranti per proteggere la casa da furti e intrusioni

WnD ha pensato ad una serie di accessori per completare il look delle finestre e, nello stesso tempo, aumentare il grado di difesa dai tentativi di intrusione.

Si tratta dei sistemi oscuranti per finestre, nati per schermare i vetri e le finestre da raggi UV e dagli agenti atmosferici (pioggia, vento, umidità), nonché per creare privacy e proteggere gli interni della casa da sguardi indiscreti.

Oltre ad allungare la vita alle finestre e migliorare il comfort in casa, alcuni di questi sistemi oscuranti – come le tapparelle – rappresentano un’ulteriore barriera protettiva per contrastare l’azione dei ladri, poiché sono un ostacolo in più da superare per introdursi in casa.

La loro azione anti-intrusione, dunque, funziona sia come deterrente che come vero e proprio sistema protettivo.

Particolarmente adatta a proteggere dai tentativi di intrusione è proprio la tapparella in alluminio con motore elettrico, collegata all’impianto antifurto tramite innovativi sistemi di domotica. Al minimo tentativo di intrusione dall’esterno, i sensori antifurto applicati alle tapparelle fanno scattare l’allarme e inviano un avviso tramite smartphone. Così è possibile tenere d’occhio la sicurezza della propria casa anche da lontano. È inoltre possibile programmare la movimentazione delle tapparelle anche quando si è lontani dall’abitazione, per dar l’idea che in casa ci sia sempre qualcuno.

 

 

Come proteggere la casa dai furti: conclusioni

Affinché la casa sia un luogo di pace e serenità, sentirsi al sicuro al suo interno è fondamentale!

In questo articolo abbiamo approfondito il ruolo degli infissi per aumentare il grado di sicurezza dell’abitazione (sia reale che percepita) e scongiurare tentativi di furto e intrusioni.

Abbiamo scoperto come rendere sicura la casa associando all’impianto di allarme l’installazione di porte e finestre atte a neutralizzare i tentativi di effrazione. Solo operando sinergicamente su più fronti è possibile, infatti, avere garanzia di una casa adeguatamente protetta.

WnD realizza infissi di qualità eccellente, dotati dei migliori dispositivi antieffrazione e di una serie di meccanismi che innalzano il livello di sicurezza e la qualità della vita in casa.

L’acquisto di finestre in PVC WnD è un ottimo investimento per il benessere della famiglia: sentirsi sicuri all’interno delle quattro mura è un valore troppo importante per essere trascurato!

Scegli i tuoi infissi e difendi subito la tua abitazione da ladri e malintenzionati grazie a un’efficace ferramenta antieffrazione, a vetrocamere di sicurezza, a maniglie anti intrusione ed a sistemi oscuranti collegabili all’antifurto tramite i più avanzati sistemi di domotica.

Vuoi una casa più sicura?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
Proteggersi dal caldo in casa con gli infissi giusti

Come proteggersi dal caldo in casa senza condizionatore?

Proteggersi dal caldo in casa con gli infissi giusti

Come proteggersi dal caldo in casa senza condizionatore?

Con l’arrivo dell’estate torna alla ribalta un’intramontabile questione: come proteggersi dal caldo in casa?

Le temperature estive ci impongono di trovare soluzioni per trasformare la casa in un guscio termico capace di contrastare i picchi di irradiazione solare, evitare il surriscaldamento e aumentare la vivibilità e il comfort degli ambienti domestici.

Se in casa sono presenti i condizionatori d’aria gran parte del problema è risolto: ma a che prezzo? Tenere accesi a pieno regime i condizionatori per proteggersi dal caldo, infatti, non rappresenta un costo solo in termini economici (bollette alle stelle). A pagare dazio sono anche la nostra salute, messa a repentaglio proprio dall’uso smodato del condizionamento d’aria, e la salute del pianeta.

È per questi motivi che si sta affermando sempre di più la prassi di evitare qualsiasi forma di raffreddamento meccanico e condizionato degli ambienti domestici, preferendo affidarsi a sistemi naturali, tecnologie green, metodi salubri ed economici.
Se la vostra coscienza ecologica vi impedisce di installare in casa i condizionatori o se per ragioni economiche intendete accenderli poco o nulla, non significa però che dobbiate rassegnarvi a boccheggiare!

In questo articolo vi forniamo alcune utili indicazioni per capire come mantenere la temperatura ideale in casa durante l’estate senza ricorrere al condizionamento dell’aria.

Seguendo i nostri consigli scoprirete che restare al fresco in casa senza condizionatori è molto più semplice di quanto crediate, a tutto vantaggio delle finanze, della salute e del benessere dell’ambiente!

Come proteggersi dal caldo in casa senza condizionatore: interventi, metodi e soluzioni green

Se vogliamo mantenere la temperatura fresca e asciutta in estate (limitando la penetrazione del calore in casa) è necessario sistemare due aspetti legati alla struttura dell’edificio:

Tali interventi sono in assoluto i più idonei a proteggere la casa dalla temperatura esterna in estate senza ricorrere ai condizionatori (e senza spendere un capitale!).

Oltre a schermare dal sole, gli infissi di qualità e i lavori di coibentazione innalzano la qualità della vita in casa contrastando l’accumulo di umidità e la formazione di muffa, condensa e infiltrazioni: tutti fenomeni deleteri per la salubrità degli ambienti e il benessere delle persone.

Coibentazione a regola d’arte per proteggere la casa dal caldo

Una coibentazione eseguita con i migliori materiali isolanti e le tecniche edilizie più avanzate è il punto di partenza per una casa efficacemente equilibrata e protetta dalla potenza dei raggi UV.

La coibentazione può riguardare le pareti, la facciata e il tetto dell’edificio.

Cappotto termico pareti

L’intervento di coibentazione delle pareti (cappotto termico) è un passaggio fondamentale per creare una casa a risparmio energetico e ben isolata dall’aggressione di caldo e freddo.

Grazie al rivestimento delle pareti esterne con pannelli isolanti di circa 10-12 cm di spessore la casa risulta protetta dalla temperatura esterna, dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi termici. Il cappotto interno prevede invece il rivestimento del perimetro dell’abitazione con lastre isolanti spesse almeno 4 cm.

Facciata e tetto ventilato

Un’altra soluzione particolarmente efficace per isolare tetto e facciata è la tecnica della ventilazione, che prevede a ridosso delle strutture la presenza di una camera d’aria, elemento fondamentale per proteggere efficacemente la casa dal caldo e minimizzare le dispersioni termiche. Questa crea un salubre ricircolo d’aria e mantiene gli ambienti freschi e asciutti in estate.

Passiamo ora al secondo aspetto, fondamentale per creare il guscio termico che ci proteggerà dal calore estivo: la scelta dei migliori infissi in PVC.

L’importanza degli infissi per mantenere la casa fresca senza condizionatori

Affinché la coibentazione di tetto e pareti possa garantire un isolamento termico della casa davvero efficace c’è bisogno del prezioso aiuto dei serramenti, che nell’azione di contrasto al caldo svolgono un ruolo cruciale.

Infissi vecchi, malandati, pieni di spifferi e dalla chiusura difettosa possono vanificare anche i migliori sistemi di coibentazione e isolamento termico. Con finestre di questo tipo la temperatura esterna non incontrerà alcuna difficoltà a penetrare nell’abitazione, rendendola soffocante, incandescente e invivibile.

In questi casi, l’unica soluzione possibile è sostituire le vecchie finestre con infissi in PVC di nuova generazione.

Le caratteristiche “anti-caldo” degli infissi WnD

Per fare in modo che gli ambienti domestici risultino freschi e asciutti d’estate (e caldi/confortevoli in inverno) senza condizionatori e impianti di riscaldamento, la qualità degli infissi è fondamentale.

Se è vero, infatti, che il PVC è un eccellente isolante naturale, estremamente resistente ai raggi UV e capace di adattarsi anche a temperature proibitive, è altrettanto vero che il materiale da solo non basta a determinare serramenti di valore. Materie prime di qualità devono essere accompagnate da una tecnologia avanzata e lavorate con tecniche di produzione all’avanguardia.

Affinché le finestre riescano a schermare efficacemente la casa dal caldo, è fondamentale quindi rivolgersi solo ad aziende specializzate: è l’unico modo per essere sicuri di acquistare prodotti certificati nel rispetto delle normative in materia di efficienza energetica e in grado di isolare l’abitazione contrastando le temperature bollenti senza bisogno di ricorrere all’aria condizionata.

Vediamo nello specifico come proteggersi dal caldo in casa grazie alle caratteristiche anti-caldo delle finestre in PVC di WnD, azienda da sempre attenta alle prestazioni termiche dei propri prodotti.

Scopriamo gli accorgimenti e le tecnologie impiegate da WnD per ottimizzare le proprietà termoisolanti del PVC, garantire un salubre ricircolo d’aria e proteggere efficacemente dai raggi UV.

Elevati parametri di isolamento termico

WnD produce serramenti a risparmio energetico rispettando i parametri dettati dalle normative per la realizzazione di edifici a basso impatto ambientale: le finestre in PVC WnD consentono di riscaldare e rinfrescare la casa in modo più rapido, contribuendo a ridurre il consumo energetico necessario per tali operazioni.

In questo modo in estate i condizionatori sono quasi superflui: grazie ai loro elevati parametri di isolamento termico, ottimizzati dai profili multicamera di anta e telaio e dalle vetrocamere riempite di gas Argon a bassa conduttività, la casa si mantiene fresca e asciutta in modo naturale.

In questo modo in estate i condizionatori sono quasi superflui: grazie agli elevati parametri di isolamento termico garantiti dai profili a 5 e 6 camere di anta e telaio e dalle vetrocamere riempite di gas Argon a bassa conduttività che ottimizzano ulteriormente l’isolamento, la casa si mantiene fresca e asciutta in modo naturale.

Elevata resistenza a temperature torride

Tutti i profili dei serramenti WnD sono testati per resistere in condizioni di clima severo (classe S). Ciò significa che gli infissi in PVC targati WnD sono adatti ad essere installati anche in quelle zone in cui le temperature sono particolarmente elevate, con irraggiamento solare diretto. La casa è adeguatamente protetta dal calore solare e gli ambienti interni risultano piacevoli, vivibili e confortevoli.

Sistemi di microventilazione

Le finestre WnD sono dotate di una posizione di microventilazione che garantisce un corretto ricircolo d’aria in casa, rende gli ambienti più salubri e previene la formazione di muffa. La microventilazione ha il vantaggio di assicurare il giusto grado di aerazione e ricambio d’aria senza aprire le finestre: ciò implica una bassissima dispersione termica, con il calore che non ha modo di entrare in casa tramite gli infissi e gli ambienti che si mantengono freschi e asciutti anche senza condizionatore.

Vetrocamere “caldo-respingenti”

I vetri sono di fondamentale importanza nell’ottica di schermare dal caldo e mantenere la temperatura ideale in casa.

Le vetrocamere bassoemissive standard delle finestre WnD sono riempite con gas Argon (Ug = 1,1 W/m2K), limitano le perdite di calore e riducono l’eccessivo surriscaldamento degli interni; quelle con triplo vetro da 36 mm potenziano ulteriormente i parametri di isolamento termico della finestra (Ug = 0,7 W/m2 K), per un isolamento eccezionale.

Vetro a controllo solare selettivo

Altre soluzioni ottimali per proteggere la casa dal caldo (sfruttando al contempo la luce naturale) sono i vetri solari selettivi, che riescono a selezionare il passaggio della luce lasciando entrare i raggi “visibili” e schermando i raggi “invisibili” (UV e infrarossi), ossia i responsabili della penetrazione del caldo in casa.

I vetri a controllo solare selettivo quindi da un lato permettono l’ingresso della luce naturale in casa, dall’altro respingono il calore solare, con evidenti vantaggi in termini di risparmio energetico e creazione di ambienti luminosi con un microclima fresco e asciutto.

Proteggersi dal caldo con i sistemi oscuranti come le tapparelle di Wnd

Tapparella del cassonetto monoblocco di WnD, dettaglio

Sistemi oscuranti WnD per proteggere la casa dai raggi UV

Per aumentare la protezione dei vetri dai raggi UV e mantenere gli ambienti freschi, WnD ha messo a punto una serie di sistemi oscuranti per finestre, ciascuno con le proprie caratteristiche e il proprio stile.

Vediamo le principali tipologie di sistemi oscuranti per finestre WnD.

  • Veneziana interna

    Particolarmente adatta per proteggere il vetro dal calore del sole e per gestire il livello di luminosità negli ambienti. Le sottili lamelle di cui è composta sono infatti alloggiate direttamente all’interno della vetrocamera chiusa ermeticamente. La totale assenza di manutenzione la rende una soluzione estremamente comoda e duratura.

  • Scuretti interni

    Una valida alternativa alle tradizionali imposte esterne: proteggono dall’irraggiamento solare diretto e consentono di oscurare gli ambienti in qualsiasi momento senza dover aprire la finestra. La pratica calamita fa sì che gli scuretti rimangano aderenti all’anta anche quando questa viene aperta a ribalta.

  • Cassonetto da restauro in PVC

    La soluzione ideale per sostituire il vecchio cassonetto in legno. Eleganza, uniformità stilistica e design sono garantiti dall’ampia gamma di colori a disposizione, che permette di abbinare facilmente il colore del cassonetto a quello dei serramenti. Nella versione coibentata è in grado di migliorare l’isolamento di tutto il vano finestra.

  • Cassonetto monoblocco

    A differenza di quello da restauro, il cassonetti monoblocco è dotato di una tapparella in alluminio che in estate garantisce un alto grado di isolamento termico e la protezione dai raggi solari: ottima soluzione per difendersi efficacemente anche dalle temperature più bollenti.

I sistemi oscuranti rappresentano un efficace strumento per rendere gli infissi in PVC ancora più performanti nella loro capacità di respingere il calore del sole. Il design elegante e la capacità di integrarsi perfettamente alla finestra rendono gli oscuranti WnD un accessorio di classe, capace di valorizzare qualsiasi ambiente domestico.

Proteggersi dal caldo in casa senza condizionatori: conclusioni

In questo articolo abbiamo scoperto in che modo contrastare la calura estiva senza ricorrere all’aria “artificiale” dei condizionatori e abbiamo visto come proteggersi dal caldo in casa in modo naturale, economico ed ecologico.

I condizionatori fanno infatti lievitare i consumi energetici, inquinano e, in alcuni casi, possono creare fastidi e problemi di salute alle persone che vi sono esposte per un tempo prolungato.

Ma come è possibile mantenere gli ambienti climaticamente equilibrati, freschi, asciutti e correttamente aerati senza il ricorso all’azione meccanica dei condizionatori?

Gli strumenti d’eccellenza sono quelli che agiscono sulla struttura dell’edificio, aumentando livello di isolamento termico e capacità di respingere il calore solare ed evitando così il surriscaldamento degli ambienti: la coibentazione di pareti e tetto e l’installazione di infissi ad alta efficienza termica.

Abbiamo compreso quale decisivo ruolo abbiano i serramenti nell’ottica di proteggere la casa dal caldo e abbiamo passato in rassegna le proprietà termoisolanti degli infissi in PVC di WnD.

Per potenziare il grado di protezione dal caldo dei suoi prodotti l’azienda impiega i migliori materiali isolanti, i vetri più performanti ed evoluti sistemi di microventilazione. Inoltre ha ideato dei moderni ed efficaci sistemi oscuranti per finestre.

Grazie agli infissi WnD l’estate senza condizionatori non è più un problema!

Vuoi una casa a prova di caldo?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »
porte-vega-esterno-casa-porta-ingresso-pvc-effetto-legno-intagli-blog

Porte in PVC di qualità: caratteristiche e vantaggi

porte-vega-esterno-casa-porta-ingresso-pvc-effetto-legno-intagli-blog

Porte in PVC di qualità: caratteristiche e vantaggi

Il portoncino esterno è un elemento cardine dell’abitazione: simbolicamente, potremmo definirlo una sorta di biglietto da visita della casa, in grado di condizionare, sia in positivo che in negativo, la visione d’insieme e l’impatto estetico dell’edificio.

Pertanto, stile, materiale e design della porta vanno scelti con attenzione, tenendo conto sia degli aspetti pratici e funzionali, che del fattore estetico e decorativo.

L’efficacia e la funzionalità di una porta si misurano a partire da tre fattori chiave:

  • Sicurezza del serramento, ossia la sua capacità di resistere ai tentativi di effrazione
  • Proprietà termoisolanti del materiale, che contribuiscono a ridurre i consumi energetici
  • Comfort abitativo, diretta conseguenza dei due fattori precedenti

A questo punto è lecito domandarsi: come scegliere le migliori porte per la propria abitazione? Esiste un materiale che più di altri possa garantire efficienza energetica, comfort abitativo, sicurezza e durata nel tempo?

Vantaggi delle porte in PVC

Le porte in PVC sono un’ottima scelta per la nostra casa. Il PVC è un materiale dai molteplici vantaggi. Non a caso, il suo impiego nella produzione di infissi e porte, sia in ambito residenziale che industriale, si è largamente diffuso negli ultimi anni.

Ciò è dovuto, da un lato, al netto miglioramento del design, che oggi punta deciso verso l’eleganza, la personalizzazione delle soluzioni decorative e la varietà di effetti e finiture (di gran tendenza, ad esempio, i serramenti in PVC effetto legno), dall’altro, alla maggiore attenzione all’innovazione, alle tecnologie impiegate e alla qualità di materiali e processi produttivi. Scopriamo insieme alcuni tra i vantaggi di scegliere porte in PVC di qualità per la propria abitazione.

Ottimo isolamento termico

Il PVC è un materiale a bassa conducibilità termica che, rispetto agli altri materiali comunemente utilizzati per la produzione di infissi (legno, alluminio, metallo), garantisce il miglior isolamento termico possibile a fronte di una manutenzione praticamente nulla. Tutto questo si traduce in una drastica riduzione dei consumi energetici, risparmio in bolletta, deciso abbattimento dei rischi di dispersione del calore e mantenimento della temperatura ideale in ogni stagione dell’anno. Con le porte e le finestre in PVC la casa rimane fresca d’estate e calda in inverno.

Resistenza agli agenti atmosferici

Altri fattori determinanti per aumentare il comfort abitativo, la salubrità degli ambienti e la qualità della vita, sono l’alto grado di impermeabilità del PVC e l’eccellente resistenza ai raggi UV. Tali caratteristiche fanno sì che questo tipo di porte rappresenti la migliore difesa contro la penetrazione degli agenti atmosferici in casa, evitando alla radice problemi come infiltrazioni, formazione di muffa e condensa.

porte in pvc-1

Isolamento acustico

Oltre che da freddo e calore, il PVC isola anche dai rumori. Grazie alle ottime proprietà fonoassorbenti del PVC, le porte realizzate con questo materiale si rivelano particolarmente indicate per abitazioni situate in zone ad alta densità di traffico e inquinamento acustico.

Resistenza e durata nel tempo

I serramenti in PVC sono estremamente resistenti all’usura nel tempo, a graffi e urti, agli agenti chimici, al fuoco (il PVC è autoestinguente) e all’azione corrosiva di smog ed agenti atmosferici, anche a temperature proibitive e in zone climatiche difficili, caratterizzate da vento, salsedine e umidità.


La vita media delle porte in PVC è decisamente più lunga di quelle realizzate in materiali più fragili e “attaccabili” come il legno. Rispetto a quest’ultimo, che col tempo e con l’azione degli agenti corrosivi può andare incontro ad alterazioni delle proprie caratteristiche originarie, il PVC non si deforma, non si “imbarca” e non si deteriora.

Autoestinguenza

Il PVC è autoestinguente, ossia evita il propagarsi delle fiamme in caso di incendio, con conseguente riduzione dei tempi di spegnimento del focolaio. Tale caratteristica contribuisce ad aumentare ulteriormente la sicurezza delle porte.

Praticità e ridotta manutenzione

I serramenti in PVC sono pratici e maneggevoli, resistenti alle sollecitazioni, facili da pulire e da mantenere nel tempo. Come abbiamo visto, infatti, le porte e le finestre in PVC non subiscono le alterazioni della temperatura, non assorbono acqua e umidità e necessitano, pertanto, di pochissima manutenzione per conservarsi belle e inalterate nel tempo.

porte in pvc

Porta balcone con serratura passante WnD, dettaglio

Design e versatilità stilistica

Sul fronte del design, la porta in PVC si caratterizza per il suo aspetto liscio, compatto e privo di imperfezioni. A differenza di una porta in legno, il cui fascino è rappresentato proprio dalla messa in evidenza delle venature naturali e delle imperfezioni che a volte può assumere il legno, la porta in PVC è contraddistinta da un aspetto più pulito ed essenziale, di impronta moderna e contemporanea.

Negli ultimi anni, le aziende specializzate hanno tuttavia diversificato molto il design delle porte e delle finestre in PVC, che si prestano ad essere interpretate anche in chiave più classica, come l’elegante PVC effetto legno.

Oggi, porte e portoncini in PVC sono realizzati in così tante versioni e finiture da aver ampliato notevolmente le possibilità di applicazione nei più svariati contesti abitativi. Mantenendo il loro assetto minimal e contemporaneo, sono perfette in contesti moderni e industrial; aggiungendo dettagli più classici o applicando una finitura effetto legno, possono arredare e valorizzare anche una casa in stile classico, un arredamento country o shabby-chic.

La versatilità estetica rende dunque porte e portoncini in PVC non solo una scelta pratica e funzionale legata alle performance energetiche e a tutti gli altri vantaggi del materiale, ma anche una scelta stilistica che, in fatto di classe ed eleganza, non ha nulla da invidiare alle porte in legno o in alluminio.

Risparmio economico e risparmio energetico

Il fattore risparmio non è da trascurare quando si sceglie il portoncino esterno della propria abitazione. In questo senso, il PVC garantisce un rapporto qualità-prezzo impareggiabile. Delle qualità di questo materiale abbiamo già ampiamente parlato, ma non abbiamo ancora specificato che uno dei suoi maggiori pregi è proprio il costo più contenuto rispetto ad altri materiali. I serramenti in PVC rappresentano dunque sia un’occasione di risparmio immediato, traducibile nel prezzo di acquisto inferiore, che di risparmio nel lungo periodo, identificabile in termini di riduzione dei consumi energetici e bolletta più leggera.

Ecologico

Il PVC è un materiale amico dell’ambiente e riciclabile al 100%. Inoltre, le ottime proprietà termoisolanti del PVC riducono le dispersioni di calore e le conseguenti dispersioni di emissioni di gas nell’atmosfera, contribuendo a mantenere un mondo più pulito.

Porte in PVC di qualità: caratteristiche e struttura

Ci sono almeno altre due ragioni per cui il PVC è considerato un materiale d’eccellenza nella realizzazione di infissi e porte:

  • Il PVC presenta caratteristiche “fisiche” importanti: la presenza del cloruro di sodio lo rende denso e compatto e ne aumenta il grado di resistenza meccanica.
  • Il PVC è un materiale estremamente versatile: offre una grande varietà di soluzioni stilistiche, di tagli personalizzati e su misura, di trattamenti particolari, che si possono ottenere a partire dalla leggerezza e dalla flessibilità del PVC in fase di lavorazione.

Dal punto di vista strutturale, un modello base di porta in PVC è costituito da un telaio e da un’anta su cui vengono posizionati i pannelli in PVC, che di fatto costituiscono la struttura portante del serramento. In un secondo momento, vengono aggiunti i vari elementi che completano e definiscono lo stile della porta: maniglia, serratura, decorazioni, controtelaio, ecc.

Tuttavia, non tutte le porte in PVC presentano la stessa qualità e la stessa attenzione alle varie fasi produttive, la medesima cura dei dettagli del prodotto finito e gli stessi standard di comfort abitativo.
È importante puntare su aziende specializzate nella produzione di infissi e serramenti in PVC di qualità, capaci di sfruttare al massimo tutte le potenzialità del materiale e di garantire standard estetici e qualitativi elevati. I portoncini in PVC di WnD offrono una protezione della casa a 360 gradi: la tengono al sicuro da effrazioni e intrusioni, da agenti atmosferici, da spifferi e dispersioni energetiche, da sguardi indiscreti.

Realizzati con robusti pannelli in PVC idrorepellenti, sono resistenti alla corrosione degli agenti atmosferici e hanno ottimi parametri di trasmittanza termica. L’isolamento termico, già garantito dalle proprietà isolanti del PVC, è ulteriormente ottimizzato, grazie alla comoda soglia ribassata. Le ante, mediamente larghe 105 mm, sono disponibili sia con apertura verso l’interno, che verso l’esterno, mentre i profili modulari da 92 mm permettono la creazione di una zoccolatura singola o multipla.

In linea generale, vediamo quali sono le altre caratteristiche importanti nella struttura di una porta in PVC.

  • Materiale di isolamento usato per riempire i profili: schiuma poliuretanica, polistirolo, lana minerale, schiuma di poliammide, ecc.
  • Sistemi di rinforzo: maggiore è la qualità della porta, maggiori sono i sistemi di rinforzo utilizzati per rendere la porta stessa più resistente, durevole e sicura. Si va dalle barre di acciaio alle piastre di rinforzo in MDF, compensato o laminato HPL.
  • Il numero e la dimensione delle camere: da tale parametro dipende il coefficiente di isolamento della porta
porte in pvc

Porta balcone con soglia ribassata WnD, dettaglio

Portoncini in PVC: sistemi di chiusura

A prescindere dalla qualità, molto importante ai fini della sicurezza è la scelta del sistema di chiusura delle porte esterne.


La scelta del portoncino di ingresso della propria abitazione dovrebbe essere vincolata proprio alla valutazione degli standard di sicurezza impiegati dalle aziende produttrici, dalle componenti impiegate, dalle tecnologie messe a disposizione per ridurre al minimo i rischi di scasso ed effrazione.

Conclusioni

Nella scelta del portoncino d’ingresso è dunque fondamentale tenere conto sia dell’estetica e del design, che degli aspetti funzionali legati ai sistemi di sicurezza, della qualità dei materiali e delle caratteristiche del materiale stesso in termini di resistenza all’usura del tempo e degli agenti corrosivi e in termini di proprietà termoisolanti.


Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante perché una porta ben isolata migliora il comfort abitativo e la salubrità degli ambienti, e contribuisce a ridurre le dispersioni energetiche e i consumi.


In questo senso, il PVC rappresenta il materiale d’eccellenza per infissi e porte di qualità, grazie ad un perfetto mix di caratteristiche fisiche funzionali, alla sicurezza, alla durata nel tempo e al risparmio energetico e caratteristiche estetiche di versatilità stilistica e possibilità di soluzioni personalizzate e su misura. In questo modo, i portoncini in PVC arricchiscono l’esterno della tua casa e esaltano lo stile della tua abitazione.

Vuoi conoscere le nostre soluzioni?

Condividi questo articolo su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Potrebbero interessarti anche

Porte in PVC. Tutto quello che c'è da sapere per scegliere le migliori

Porte in PVC: tutto quello che c’è da sapere per scegliere le migliori

Installare infissi ad elevata efficienza energetica, realizzati con i migliori materiali isolanti e con le tecnologie più innovative, significa innalzare il grado di sicurezza, migliorare la qualità della vita in casa e ottenere un tangibile risparmio in bolletta.
Inoltre, finestre, porte finestre e portoncini esterni incidono molto sull’estetica degli ambienti, risultando elementi decisivi per definire lo stile della casa.

Leggi tutto »